Le memorie CAMM2 sono ufficialmente uno standard

Il successore dei moduli DIMM offre maggiori quantità di memoria a parità di spazio occupato, ma è ancora molto costoso.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-12-2023]

camm2

Sembra proprio che CAMM, la proposta di Dell per sostituire i moduli di RAM SO-DIMM con un'alternativa capace di offrire prestazioni superiori e allo stesso tempo occupare meno spazio stia iniziando ad affermarsi.

Già all'inizio dell'anno il JEDEC aveva approvato le prime specifiche. Ora è arrivato alla definizione dello standard aperto CAMM2, pubblicandolo ufficialmente per il supporto alle memoria DDR 5 per desktop e laptop, anche in versione low power.

I moduli realizzati secondo le specifiche CAMM2 sono più sottili del 57% rispetto agli analoghi SO-DIMM, e possono supportare fino a 128 Gbyte di memoria (mentre i SO-DIMM generalmente si fermano a 32 Gbyte). Ciò si presenta come un vantaggio per chi voglia costruire un portatile che unisca abbondanza di memoria e uno spessore minimo.

I moduli DDR e i moduli LPDDR, secondo lo standard CAMM, hanno connettori differenti: non sono quindi intercambiabili, al fine di evitare che vengano usati in modo errato.

A fronte di questi vantaggi, i moduli CAMM2 presentano al momento un particolare svantaggio: sono molto costosi. Al momento in cui scriviamo Dell vende la versione da 16 Gbyte a 260 dollari, quella da 32 Gbyte a 500 dollari, quella da 64 Gbyte a 1030 dollari e quella da 128 Gbyte a 2.000 dollari.

Dato però che CAMM2 è ora uno standard aperto, se verrà supportato dagli altri produttori di hardware il prezzo in futuro calerà.

camm2 ddr lpddr

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il drive SSD che si installa come una RAM
Ram, errori pi¨ frequenti del previsto
Le Ram ferroelettriche manderanno in pensione gli hard disk

Commenti all'articolo (5)

A quanto pare, dopo un anno, Dell Ŕ riuscita ad imporre lo standard che voleva nonostante tutto, chissÓ quanto ha pagato per farlo?[/quote]
7-1-2024 14:46

Motivo di pi¨ per non lasciare campo libero a Mionograziesoft: se passa la linea che Ŕ giusto lasciargli il controllo della propria macchina, non si potrÓ contestargli nulla nemmeno quando pretenderÓ l'impossibile anche per le sciocchezze. Leggi tutto
18-12-2023 15:55

{Citrullus}
Ah! Ricordo quando comperai l'espansione di memoria da 512K per il Amiga 500 del 1987 per portare la RAM totale alla mirabolante (per l'epoca) cifra di 1MB !! E bastava per farci quello che dovevo fare. Ora, solo per far girare un misero browser ci vogliono GB di RAM. Tanto paga sempre l'utente. Anche in caso il computer... Leggi tutto
18-12-2023 14:28

L'appetito vien mangiando... :lol: Leggi tutto
18-12-2023 09:39

Su un server oppure una workstation, al limite anche un desktop prosumer o gamer aver pi¨ di 32 GB di RAM potrebbe anche essere una cosa pensabile, ma su un portatile, proprio non riesco a vederla, al giorno di oggi una utilitÓ di memorie RAM oltre i 32 GB. Discorso diverso per i sistemi server, dove un eventuale riduzione dei consumi... Leggi tutto
16-12-2023 17:02

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Worm, virus, trojan horse, spyware, rootkit, dialer, hijacker. Chi li produce?
Smanettoni che vogliono provare la loro abilitÓ
Pirati informatici professionisti con lo scopo di trarne profitto
Gli stessi che poi fanno gli antivirus
Gruppi con finalitÓ politiche di destabilizzazione

Mostra i risultati (5395 voti)
Febbraio 2024
Flipper Zero non è un gadget per “hackerare tutto”
Windows 11, malfunzionamenti a raffica dopo l'ultimo update
L'attacco informatico con gli spazzolini da denti
Malware di fabbrica nei mini PC venduti su Amazon
Samsung, beccata a barare, la butta sul filosofico
Google dice addio alla cache delle pagine web
LibreOffice 24.2 è pronto per il download
Gennaio 2024
Windows 11, sparisce la barra delle applicazioni
Al posto di Windows 12, un Windows 11 più snello e pieno di IA
IA, clonare le voci per truffare il prossimo è un gioco da ragazzi
No, le auto elettriche non vanno in tilt per il freddo
Errore 0x80070643 in Windows Update: la soluzione è un po' nerd
Rilasciato Scribus 1.6, la soluzione open source per il desktop publishing
Microsoft lancia il tasto Copilot
SSD, prezzi in aumento
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 21 febbraio


web metrics