La UE ci riprova col caricabatterie unico

La Commissione vuole imporre USB-C a tutti i cellulari e smartphone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-07-2021]

ue caricabatterie unico usb c

Prima dell'avvento degli smartphone, i cellulari dei vari produttori usavano una selva di connettori diversi per collegare il telefonino al caricabatterie.

I vari connettori facevano tutti il medesimo lavoro, ma erano incompatibili tra loro, e l'unico motivo ipotizzabile per questa situazione era che i produttori volessero tenere legati a sé gli utenti: al momento di cambiare il telefonino, se avessero voluto riutilizzare il caricabatterie, avrebbero dovuto acquistare un altro modello dello stesso marchio. In caso contrario, si sarebbero ritrovati in casa l'ennesimo rifiuto elettronico.

L'Unione Europea decise di intervenire e di spingere tutti i produttori affinché accettassero volontariamente di concordare su un unico standard per il collegamento dei caricabatterie: il connettore micro-USB iniziò così a prendere piede su quasi tutti i modelli di cellulari e smartphone; tranne quelli di Apple, naturalmente, che preferisce sempre fare di testa propria.

L'azienda della Mela ha sempre sostenuto che uniformare dettagli come la porta per la ricarica non fa altro che «inibire l'innovazione» e per questo motivo ha sempre preferito andare contro le tendenze dell'industria (anche se spinte dalla politica), sebbene negli ultimi tempi abbia accettato innovazione come USB-C, adottato su iPad Pro e MacBook Air.

Proprio USB-C sarà, prima del prossimo autunno, al centro di una nuova proposta della Commissione Europea in tema di standardizzazione dei connettori: Bruxelles intende infatti proporlo come connettore unico in sostituzione dell'ormai obsoleto micro-USB.

Secondo una portavoce della Commissione, le autorità della UE avrebbero voluto intervenire prima in materia, ma tutte le questioni legati alla Covid-19 avrebbero rallentato i lavori; ora però sarebbe finalmente giunto il momento di rimettere a calendario l'intervento più volte rimandato.

L'idea di fondo prevederebbe di sostituire gli attuali tre standard - micro-USB, Lightning e USB-C - con il solo USB-C: i caricabatterie (o, meglio i cavi, dato che per lo più ormai sono separabili dai caricabatterie veri e propri) realizzati secondo questo standard sarebbero quindi utilizzabili con ogni smartphone o cellulare.

Con ogni probabilità Apple si dirà contraria, portando le solite motivazioni; d'altra parte, se è vero che la confusione oggi è molto inferiore rispetto a quella che c'era una quindicina di anni fa, poter contare su una sicura compatibilità dei caricabatterie sarebbe decisamente comodo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Apple, Rim e Nokia vogliono il caricabatterie universale
Telefonini, si va verso il caricabatterie universale
Il caricabatterie universale per i cellulari

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 20)

@eratostene Continuo a non capire cosa intendi per "Lo spinotto è diverso da quella degli altri. cioè, non solo Apple..."
25-9-2021 14:06

è un redmi note 8T. comunque oltre al cavo di alimentazione + alimentatore c'era nella confezione anche un cavo USB con il connettore. Almeno ho una riserva... tengo il cavo nello zaino per ogni emergenza Leggi tutto
25-9-2021 10:19

Troverai sempre qualcuno che si lamenta della legge voluta dalla lobby dei caricabatterie...
31-7-2021 15:43

basta una legge a livello europeo: I caricabatterie devono certificare il livello di efficienza, devono avere un unico connettore usb-c staccabile (no a cavetti che si logorano e ti costringono a gettare il caricabatterie) e DEVONO, OBBLIGATORIAMENTE essere venduti a parte. ed ecco che nessuno più protesterà per "uno smartphone da... Leggi tutto
28-7-2021 13:55

Decisamente... :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
17-7-2021 13:56

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Confessa. Hai mai acquistato un farmaco online?
Assolutamente no, è un reato.
Fossi matto! E' un rischio per la salute.
Non si dovrebbe... ma lo ammetto, qualche volta è successo.
Lo faccio abitualmente anche se è contro la legge o pericoloso.

Mostra i risultati (3738 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 gennaio


web metrics