Germania, Facebook deve consentire gli pseudonimi

Garante privacy: l'anonimato fa parte del diritto della libertà di espressione in Internet.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-12-2012]

facebook germania nick

Una delle caratteristiche più peculiari di Facebook - rara nei siti web prima del suo avvento - è l'obbligo, imposto agli utenti, di utilizzare il proprio nome reale anziché pseudonimi (o nickname che dir si voglia).

Non a tutti quest'obbligo piace, specialmente a quanti si preoccupano per le implicazioni per la privacy che ciò comporta. Facebook si difende sostenendo che, accettando solo i nomi reali, può meglio difendere gli utenti dalle truffe, poiché essi sapranno sempre con chi si connettono, e impedire gli abusi: tutto questo dovrebbe insomma servire a migliorare la sicurezza dell'intero social network.

Secondo il Unabhängiges Landeszentrum für Datenschutz (ULD) dello Stato tedesco dello Schleswig-Holstein (in pratica, una sorta di Garante della Privacy) questa spiegazione fa acqua da tutte le parti: se davvero vuole proteggere i propri utenti, Facebook deve consentire l'utilizzo degli pseudonomi.

Anzi, il divieto di utilizzare nickname - «che non previene l'abuso del servizio al fine di insultare o provocare, né aiuta a prevenire il furto d'identità», come scrive la ULD - è addirittura contro la legge che garantisce «il diritto fondamentale della liberà di espressione in Internet», la quale invece prevede la possibilità impedita dal social network.

Pertanto, l'ULD ha ordinato a Facebook di consentire l'utilizzo di nomi alternativi rispetto a quello reale: «è inaccettabile» - sostiene la ULD per bocca del proprio presidente - «che un portale americano come Facebook violi la legge tedesca sulla protezione dei dati senza che alcuno si opponga».

Sondaggio
Secondo te l'upload di file nei Gruppi di Facebook potrebbe incoraggiare la pirateria?
Sì - 41.0%
No - 41.3%
Non lo so - 17.6%
  Voti totali: 658
 
Leggi i commenti (3)

L'ordinanza è valida soltanto per lo Schleswig-Holstein ma, a quanto è dato capire, Facebook non ha alcuna intenzione di obbedire: il social network afferma di essere in regola con la legge europea in materia di protezione dei dati personali, e anche - soprattutto - con quella irlandese, dove c'è la sede per l'Europa.

Proprio il garante irlandese, anzi, ha di recente avallato l'idea che l'obbligo di utilizzare il nome reale aiuti i membri di Facebook a gestire le informazioni private in maniera più sicura.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Autorità privacy ordina a Facebook di accettare gli pseudonimi
Facebook sa quello che compri
VPN gratuita, ma The Pirate Bay non c'entra
A YouTube non piacciono più gli pseudonimi
Un'infinità di modi per bypassare la censura
Un BitTorrent veramente anonimo
Come evitare il riconoscimento facciale quando fotografati
Blog, la registrazione in Tribunale non serve ma...
Rendere le VPN ancora più sicure
Google, oggi le nuove regole per la privacy
Gli albergatori vorrebbero censurare le recensioni
Sentenza: Peter non si potrà più chiamare Peter
Schmidt: niente pseudonimi su Google+
Facebook piace a tutti, meno che ai giapponesi
FBI: unico uomo dietro un terzo dello spam mondiale
Blogger palestinese arrestato per ateismo
Ragazza si spoglia in aeroporto per protesta contro i body scanner
Blogger iraniano condannato a 19 anni di carcere
Disegno di legge Carlucci contro l'anonimato su Internet

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 8)


nessuno è anonimo davvero, neppure sul web. o meglio, nessun titolare di connessione lo è, quanto meno per il gestore della stessa. e per uno che, come te, usa lo stesso pseudonimo in ogni social, ce ne sono mille che lo cambiano spesso. (;) su questo però mi punge una domanda: che fai se "marcus" è già presente in quel dato... Leggi tutto
26-12-2012 15:19

Curioso davvero: è la prima norma "contrattuale" (valida in tutto il mondo)... Anch'io sono iscritto con uno pseudonimo, ma come fa *tecnicamente* FB a saperlo? Un nome vale l'altro... Ma fà che in qualche modo gli venga la pulce nell'orecchio, o che qualcuno lo segnali, e ti vedrai l'accesso bloccato finché non fornirai il... Leggi tutto
26-12-2012 00:29

Francamente mi sembra che la presa di posizione di questo pseudo Garante della Privacy germanico sia decisamente pretenziosa e pretestuosa, nessuno di noi è obbligato da qualche oscura forza od organizzazione o necessità ad iscriversi a FB - ed infatti io non lo sono nè mai lo sarò poichè non condivido ben altre regole e obiettivi di FB... Leggi tutto
25-12-2012 18:53

Non conosco questa regola, almeno in Italia: da sempre sono iscritto a Facebook con uno pseudonimo (thy Turrican, controllare per credere) e nessuno mi ha mai chiesto di mettere il mio nome reale (cosa che ha fatto invece - per esempio - Youtube). Leggi tutto
25-12-2012 09:29

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Chi fa la coda fuori dal negozio per acquistare il nuovo iPhone / iPad / iPod il primo giorno è...
Un vero appassionato
Un fanatico
Un iDiota

Mostra i risultati (11851 voti)
Ottobre 2019
MacOS Catalina, controllate le applicazioni prima di migrare
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Tutti gli Arretrati


web metrics