Vodafone lancia lo smart working per 3.100 dipendenti

Potranno lavorare da casa due giorni al mese.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-06-2014]

Vodafone Village

Vodafone lancia per i suoi dipendenti italiani il progetto Smart Working: 3.100 dipendenti potranno lavorare da casa almeno 2 giorni al mese, compresi fra il martedì e il giovedì.

Si tratta di uno dei progetti più importanti per numero di addetti coinvolti nel nostro Paese e arriva dopo varie sperimentazioni effettuate da Vodafone nei mesi scorsi. Riguarderà lavoratori di varie divisioni interne: tutti quelli che non sono a diretto contatto con gli utenti.

I dipendenti che aderiranno all'iniziativa dovranno seguire corsi di formazione sulla sicurezza e sugli strumenti di lavoro, per scongiurare problemi nell'uso di strumenti informatici liberamente accessibili; i dirigenti dovranno invece seguire corsi di formazione volti a promuovere comportamenti e organizzazione del lavoro a distanza.

Rientra in quest'ottica anche la scelta di incoraggiare il ricorso a strumenti come la chat per facilitare la comunicazione a distanza.

Sondaggio
Preferiresti lavorare da casa piuttosto che andare in ufficio?
Sì, ma in azienda non me lo permettono.
No.
Sì, ma solo alcuni giorni alla settimana.
Sì, ma solo alcuni giorni al mese.
Sono costretto a farlo ma preferirei di no.
Non lo so.
Non ho un lavoro.

Mostra i risultati (2609 voti)
Leggi i commenti (17)

Fra le principali aziende di Ict, finora solo Telecom Italia aveva introdotto la possibilità di lavorare a domicilio ai dipendenti operanti in turni di reperibilità e a circa 350 telelavoratori del 1254 (ma in passato sono stati anche il doppio) che hanno postazioni fisse di telelavoro domiciliare.

Sempre Telecom Italia ha in progetto di arrivare fino a 3.000 postazioni di telelavoro in seguito alla chiusura di circa 40 sedi di lavoro sparse in tutta Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Smart working in Italia, adesso c'è la legge
La legge sullo smart working? È un bluff
Destinazione Italia incentiva telelavoro, Telecom in prima linea
Telecom Italia, accordo per il telelavoro
Telelavoratori rivendicano diritto di stare a casa
Yahoo, basta telelavoro: i dipendenti producono poco e male
Telecom Italia, telelavoro per il 10% in meno di salario
Telelavoro e retribuzione
Telelavoro, un affare assicurato per tutti
Ai politici italiani frega qualcosa di Internet?
Il diritto alla "bacheca elettronica" per il telelavoro
Telelavoro domiciliare
L'impresa non innovativa
Il telelavoro contro l'emergenza smog
Il punto sul telelavoro in Italia
Telelavoro, un sogno antico

Commenti all'articolo (2)

lo smart working e' sicuramente molto meglio del telelavoro. come? sono la stessa cosa? a bhe
17-6-2014 18:13

{Pierluigi}
Lavoro da casa dal 2009. E in azienda ne sono felicissimi. Io risparmio ogni giorno un'ora e mezza di macchina tra andata e ritorno e in più mi organizzo meglio con la famiglia. Bisogna avere una gran disciplina per imparare a smettere di lavorare quando sono finite le otto ore, ma per il resto mi trovo da dio
17-6-2014 08:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2450 voti)
Gennaio 2022
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 gennaio


web metrics