Track This inganna gli algoritmi pubblicitari (aprendo 100 schede!)

L'idea di Mozilla funziona, ma mette in ginocchio i browser.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-07-2019]

Track this mozilla firefox

Da qualche tempo in qua Mozilla ha dichiarato guerra a tutte quelle realtà che, quando siamo online, ci seguono nei nostri spostamenti virtuali per creare un profilo il più possibile preciso delle nostre preferenze e, così, sottoporci pubblicità mirate.

Per tenere a bada questi tracker ci sono varie tecniche, dal semplice blocco degli annunci (che però danneggia quei siti che traggono sostentamento proprio dalle visualizzazioni di banner) a più raffinate tecniche di inganno degli algoritmi.

Proprio quest'ultima soluzione è quella scelta da Mozilla (anzi, da Firefox, che è il marchio con cui ormai vuole farsi conoscere) con Track This, un servizio web dalle finalità chiare, l'aspetto accativante e le modalità di esecuzione un po' discutibili.

Track This permette di scegliere uno tra i quattro profili disponibili - Hypebeast, Filthy Rich, Doomsday e Influencer - e poi apre 100 schede di argomenti che possono interessare questi quattro "tipi umani".

Le 100 schede di Hypebeast riguarderanno le ultime tendenze in ogni campo; quelle di Filthy Rich tutto ciò che sa di lusso e ostentazione; quelle di Doomsday, invece convinceranno gli inserzionisti che si è appassionati di teorie cospiratorie e che ci si sta preparando alla fine del mondo; le schede di Influencer, invece, comprenderanno argomenti come «i rimedi olistici, le app per l'astrologia e la meditazione e, naturalmente, la diffusione dei like e delle registrazioni al vlog».

Il ragionamento di Firefox è semplice: così tante schede aperte su quegli argomenti specifici nasconderanno le schede aperte dall'utente e che sono attinenti ai suoi veri interessi, convincendo gli algoritmi a stilare un profilo che non corrisponde alla reale identità di chi naviga.

L'idea può avere i suoi lati positivi, ma l'apertura di 100 schede non è indolore: i primi commenti ricevuti da Track This riguardano infatti proprio quanti hanno deciso di sperimentarlo e hanno visto il proprio browser crollare miseramente sotto l'eccessivo numero di richieste, mentre la RAM veniva consumata senza pietà.

Sondaggio
Come proteggi il tuo computer?
Proteggere? Dai ladri, forse?
Ogni tanto utilizzo un antivirus online.
Ho un antivirus e tengo aggiornato il sistema operativo.
Ho antivirus, firewall, antispyware, parental control e ogni sorta di protezione.
Utilizzo Linux.
L'unico computer sicuro è un computer offline.

Mostra i risultati (5296 voti)
Leggi i commenti (49)

Il servizio funziona inoltre soltanto con Chrome, Safari, Firefox ed Edge e non è ottimizzato per la navigazione da dispositivi mobili.

Insomma, per chi non sogna altro che dar fastidio ai pubblicitari, Track This può essere un gioco interessante; ma è difficile credere davvero che abbia un'utilità concreta se le sue conseguenze sono un computer che rallenta fino a diventare praticamente inutilizzabile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Usare Facebook senza farsi schedare, i consigli di F-Secure
Social network usati per tracciare e arrestare manifestanti
Do not track obbligatorio su IE? Respinto al mittente
Internet Explorer 10, maggiore privacy per default
Firefox 4 protegge dal tracking online

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Eh sì, con Windows le cose si fanno grame in fretta se non si dispone di RAM a gogo... In ogni caso funziona anche con Vivaldi.
10-7-2019 19:17

{alessandra}
Ci sono già ottimi add-ons per firefox come ghostery che bloccano i track e il resto della spazzatura presente sui siti,senza usare quel coso che mangia la ram come se fosse una caramella...poi francamente mi chiedo chi sia il genio che ha partorito questo programma senza rendersi conto che con oltre 100 schede aperte intasi ram e... Leggi tutto
8-7-2019 11:28

Non sono esperto di queste (e di molte/troppe altre legate al PC e Internet) cose, ma sinceramente non vedo l'utilità. A parte il consumo di RAM già ricordato, quando i programmi di profilazione avranno digerito centinaia di informazioni false si riceveranno vagonate di pubblicità che non interessano. Se peroprio non si può fare a meno... Leggi tutto
8-7-2019 08:05

Idea divertente e utile. Lo humor contro i rompipalle e' da sempre una buona arma :roll: Certo bisognera' aspettare piu' o meno un minuto per dare a firefox il tempo di caricare le schede, e poi chiudere la finestra relativa, ma e' un buon investimento. Riguardo al consumo di ram non c'e' troppo da preoccuparsi. Qui c'e' il mio record... Leggi tutto
6-7-2019 02:24

{Ruzzolo}
Mi ricordo qualcosa di simile in passato, una app nella tray area che faceva continuamente ricerche su google e altri motori, completamente senza senso ... alla fine li intrippava.
5-7-2019 11:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1700 voti)
Novembre 2019
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Tutti gli Arretrati


web metrics