Chromium sospende la sincronizzazione

Google si prepara a tagliare l'accesso ad alcune funzioni molto utilizzate.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 25-01-2021]

chromium 15 marzo sync

Chi apprezza le funzionalità e le prestazioni di Chrome ma non vuole avere a che fare con le aggiunte apportate da Google al codice open source da cui il browser nasce, generalmente si rivolge a Chromium.

In questo modo ottiene sostanzialmente la stessa esperienza d'uso senza però lo stretto legame con il gigante di Mountain View che Chrome impone.

Entro meno di due mesi, però, l'espressione «sostanzialmente la stessa esperienza d'uso» assumerà un significato ben diverso: Google bloccherà ogni accesso da Chromium ad alcune API private, impedendo di fatto l'utilizzo di certi servizi.

Il 15 di marzo svaniranno la possibilità di utilizzare la sincronizzazione degli account Google, la geolocalizzazione, le API di controllo ortografico di Chrome e quelle di gestione dei contatti, la traduzione degli elementi delle pagine web e la navigazione sicura.

Secondo la spiegazione ufficiale, Google si è appena accorta dell'utilizzo di queste funzionalità da browser diversi da Chrome ossia, nella fattispecie, quel Chromium su cui Chrome stesso si basa.

Ciò che rende sospetta questa motivazione è il fatto che tale accesso è stato disponibile per lo meno da sette anni, e per tanto tempo è stato tranquillamente adoperato dai manutentori di diverse distribuzioni Linux. Davvero a Google sono serviti tutti questi anni per rendersene conto?

Il "taglio" dell'accesso che avrà luogo il 15 marzo riguarderà tutte le versioni di Chromium, anche le vecchie build: dal punto di vista degli utenti, sembrerà che di punto in bianco certe parti del browser abbiano smesso di funzionare, apparentemente senza motivo.

Il problema riguarda anche tutti quei browser che sono basati su Chromium e non adoperano un proprio sistema di sincronizzazione dei dati degli account utente.

Non incontreranno quindi alcuna difficoltà gli utenti di browser quali Vivaldi o Microsoft Edge, che adoperano sistemi propri; chi usa Chromium "puro" o un altro browser basato completamente su di esso dovrà presto valutare se sia il caso di guardarsi in giro in cerca di un'alternativa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Edge adesso ha più utenti di Firefox
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Nei piani di Microsoft c'è anche Edge in versione per Linux
Arriva Edge, il browser Microsoft basato su Chromium
Il nuovo Edge basato su Chromium sfugge in Rete. Ecco come provarlo
Le prime immagini del nuovo Edge basato su Chromium
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Il nuovo Edge supporterà le estensioni di Chrome, ma non è detto che sia un bene
Edge ha i giorni contati: lo sostituirà un browser basato su Chromium
Windows 10 gira sui Chromebook di Google in dual boot
L'adblocker di Google Chrome che elimina solo la pubblicità invasiva
Avira lancia il browser Scout
Allarme generale per Cloudbleed
Chrome dà il benservito a Flash
Grosso imbarazzo in casa Symantec
Il Pc da 9 dollari

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

:malol: :unz:
20-2-2021 11:41

Esatto, e per l'appunto, ecco un'immagine riassuntiva: http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=76285
20-2-2021 11:34

Quindi torniamo sempre al punto Ŕ la cultura informatica dell'utente medio il punto critico.
20-2-2021 10:56

Sarebbe uguale se citassimo Google. Sono le alternative che l'utente medio non prende in considerazione.
20-2-2021 10:54

In effetti @Cesco67 mi ha preceduto, io avrei scritto la stessa cosa... Leggi tutto
20-2-2021 10:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale stanza renderesti pi¨ smart per prima?
La camera da letto
La cucina
Il bagno / lavanderia
La sala

Mostra i risultati (903 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 5 marzo


web metrics