Bug regala i privilegi di amministratore di Windows collegando un mouse



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-08-2021]

razer bug windows

Ci sono vulnerabilità che sono complicate da sfruttare, e richiedono conoscenze circa il funzionamento dei computer e delle reti, e magari anche nozioni di programmazione.

Poi ci sono falle come quella scoperta nell'ultimo fine settimana dall'esperto di sicurezza jonhat (come recita il nome che ha scelto su Twitter), decisamente più semplici: per sfruttarle basta collegare un mouse o una tastiera al computer.

Non un mouse o una tastiera qualsiasi, naturalmente, e nemmeno un computer qualsiasi. Il computer deve infatti eseguire Windows 10 o 11, e la periferica deve essere di quelli prodotti da Razer.

Quando l'utente compie questa operazione il sistema operativo, servizievole, adopera Windows Update per scaricare e installare il software Razer Synapse (usato da circa 100 milioni di persone in tutto il mondo, secondo i dati ufficiali), tramite il quale è possibile configurare i vari aspetti del mouse o della tastiera.

Il guaio sta nel fatto che il programma di installazione viene lanciato da un processo di Windows eseguito con i diritti di sistema (account locale SYSTEM), diritti che anche il programma di installazione acquisisce e che consentono di fare praticamente qualsiasi cosa.

In sé fin qui i problemi non sarebbero molto gravi. La gravità si palesa quando il wizard che gestisce l'installazione consente all'utente di scegliere la cartella in cui installare Synapse.

La finestra di dialogo per la scelta della cartella, infatti, consente a questo punto di aprire una PowerShell con i diritti dell'account SYSTEM: è sufficiente premere il tasto Shift sulla tastiera e fare clic con il tasto destro del mouse in un punto libero della finestra per visualizzare il menu con il comando che consente di farlo.

Lo scopritore del problema, prima di pubblicare una dimostrazione della falla su Twitter, afferma di aver provato a contattare Razer ma senza ricevere risposta.

Dopo che la notizia ha iniziato a diffondersi, però, è stata Razer stessa a contattare j0nh4t, per fargli sapere che il team interno di sicurezza è già al lavoro per correggere la vulnerabilità e anche per offrirgli una ricompensa.

Il bug - è vero - presenta delle caratteristiche che ne limitano la pericolosità: per essere sfruttato bisogna fisicamente trovarsi davanti al PC preso come bersaglio e, naturalmente, avere a portata di mano una periferica prodotta da Razer. In ogni caso, non è bene lasciarlo libero di circolare, soprattutto ora che tutti ne sono a conoscenza.

Nei prossimi giorni, quindi, il programma d'installazione del software Razer Synapse sarà rilasciato in una nuova versione corretta. Resta tuttavia un quesito: è davvero una buona idea, per quanto comoda, lasciare al sistema operativo il compito di scaricare in automatico il software opzionale di una periferica?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Amazon vuol mettere un keylogger sui Pc dei dipendenti
La tastiera meccanica per portatili
Windows 11 introduce tre nuove scorciatoie da tastiera
Windows 11 senza TPM? Basta una modifica al registro
Falla critica nel sistema di stampa di Windows, e la patch ancora non c'è
La scorciatoia da tastiera che scongela il Pc
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Windows 10, bug in ChkDsk causa schermata blu
Linux, seria falla nel comando sudo
Google: C'è una falla in Windows 7, passate a Windows 10
Il Pc con schermo e tastiera dentro il mouse
L'aggiornamento di Windows 7 che fa sparire le unità di rete
Windows 10 October Update, nuovo problema: disattiva l'account Administrator
La tastiera con keylogger integrato
Il bug di Ntfs che manda in crash Windows

Commenti all'articolo (1)

Evidentemente no ma pare evidente che ci sia molta gente che invece la pensa così... :roll: Leggi tutto
4-9-2021 14:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1385 voti)
Ottobre 2021
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 27 ottobre


web metrics