Linux compie trent'anni



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-08-2021]

linux 30 anni

Vi ricordate che cosa stavate facendo alla fine del mese di agosto nel 1991? Magari proprio il giorno 25? Probabilmente no: a distanza di tanti anni è quasi impossibile saperlo.

C'è qualcuno che però sicuramente se lo ricorda. Il 25 agosto 1991, infatti, uno studente finlandese di informatica inviò l'ormai famosa email al gruppo Usenet comp.os.minix con il quale annunciava il debutto di un proprio progetto esclusivamente hobbystico, un sistema operativo scritto da zero per essere un clone libero di Minix.

«Ciao a chiunque usi minix - Sto creando un sistema operativo (gratuito; è solo un hobby; non diventerà grande e professionale come gnu) per i cloni AT 386(486). È in lavorazione da aprile, e comincia a essere pronto. Mi piacerebbe avere un riscontro di qualunque tipo su che cosa piace/non piace in minix, dato che il mio SO in un certo senso gli assomiglia (stessa organizzazione fisica del filesystem (per motivi pratici) tra le altre cose).

Lo studente in questione era naturalmente Linus Torvalds e il sistema operativo in questione, allora ancora privo di un nome, era ovviamente Linux.

Il trentennale della "nascita" (sebbene, come abbiamo visto, i lavori siano iniziati alcuni mesi prima) di Linux può sembrare soltanto una ricorrenza da fanatici dell'informatica, da programmatori: chi usa Linux, in fondo?

Certo, in ambiente desktop la percentuale di utenti è minima, ma Linux è nel tempo diventato la soluzione preferita non solo in ambito aziendale, per i server, ma anche - in tempi più recenti - per gli smartphone: dopotutto, Android è costruito sul kernel Linux.

Il contributo di Torvalds però non si limita a questo: ha dato all'open source una visibilità che il pur benemerito Progetto GNU non era mai riuscito a ottenere: Linux, nel senso del sistema operativo completo e non in quello del solo kernel, gli deve d'altra parte tantissimo e hanno ragione da vendere coloro che, in maniera invero un po' pedante, ricordano che sarebbe meglio parlare di GNU/Linux quando per l'appunto non si sta trattando del kernel soltanto.

Oggi, in realtà, Linux potrebbe tranquillamente smettere di essere considerato "difficile" e "per super-esperti": esistono distribuzioni molto semplici da usare e configurare, che oltretutto hanno il non disprezzabile vantaggio di poter essere aggiornate in maniera sensata (anziché richiedere di attendere lunghi minuti prima dello spegnimento e dell'avvio) e, generalmente, di non andare in pezzi al primo update.

Allo stesso modo, molti ancora si divertono - o forse si difendono - a ripetere che l'unico consiglio che viene dato per risolvere i problemi nel mondo Linux è di «applicare qualche hack e ricompilare il kernel»: un tempo poteva essere davvero una mossa necessario ma oggi, considerato anche l'amplissimo supporto hardware che Linux offre, non è davvero più così.

Il trentesimo anniversario di Linux potrebbe quindi essere l'occasione per dare una chance almeno alle distribuzioni più note e user friendly - come Ubuntu, Fedora, Manjaro e altre ancora - o, almeno, di smettere di lamentarsi delle idiosincrasie di Windows se non si è mai voluto nemmeno mettere un piede nel mondo del pinguino per liberarsene.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il laptop ufficiale di Kubuntu che costa quanto un MacBook
Richard Stallman tiene a Microsoft una conferenza sull'open source
Microsoft libera le specifiche di exFAT per l'uso con Linux
Linus Torvalds: ''La frammentazione blocca la diffusione di Linux sui Pc''

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Anche più di quattro mesi in effetti... :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
4-9-2021 14:48

@recast Uhm, direi di no, non sei pigro. Sei il classico utente che usa Linux sul PC vecchio, solo perché Windows li non funzionerebbe... :wink:
31-8-2021 14:50

Buon compleanno e grazie di esistere. Io sono ancora un rookie, utilizzo w10 per pigrizia, ma ho resuscitato, grazie a voi, un vecchio portatile del 2005 sostituendo w7 con MX: ora è un missile e pian piano mi sto abituando al nuovo ambiente.
30-8-2021 13:05

@zero Si possono emulare giochi e software solo per Windows. Hai provato? Comunque dal lato software sono cresciuti parecchio, fra flatpack, snap, appimage, poi ci sono i vecchi repository e ppa, ed eseguibili vari. PS: ma ancora c'è gente che cracca Windows, visto che lo installano ovunque... :roll:
30-8-2021 07:29

Come OS personale, sarei disposto a passare a linux, se solo avesse la stessa ampia scelta di applicazioni che ha windows. Anche per le aziende e' un salto difficile, visto che molte applicazioni enterprise girano solo sotto windows Chi sceglie windows non e' un idiota, ma una persona che decide in base al software di cui ha bisogno. ... Leggi tutto
29-8-2021 16:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il tuo approccio nei confronti del navigatore satellitare?
Mi affido al navigatore solo in caso di necessità.
Sono diffidente e non mi baso totalmente sulle indicazioni del dispositivo.
Non mi metto al volante prima di aver acceso il magico schermo.
Non ne ho mai avuto uno.
Preferisco fermarmi a chiedere informazioni ai passanti.
Non mi interessano le indicazioni: in fondo a volte è bello anche basarmi sul mio istinto e nel caso sbagliare strada.

Mostra i risultati (3587 voti)
Dicembre 2022
L'app open source per vedere YouTube senza seccature
Novembre 2022
L'app per scaricare l'intera Wikipedia (e non solo)
La scorciatoia che sblocca Windows
Amazon Drive chiude i battenti
Le cinque migliori alternative a Z Library
Il visore VR che uccide i giocatori quando perdono
Gli Stati Uniti oscurano Z Library
Vodafone, sottratti oltre 300 GB di dati degli utenti
Pochi o tanti, ma contanti
Ottobre 2022
Chrome si prepara ad abbandonare i Windows ''vecchi''
iPhone 14, nessuno lo vuole?
Windows 11, in arrivo il primo "Momento"
TikTok, arrivano i contenuti per soli adulti
Addio Office, benvenuta Microsoft 365
La truffa del cosmonauta bloccato nello spazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 4 dicembre


web metrics