Edge per Linux finalmente in versione stabile

Il browser di Microsoft sbarca ufficialmente sul sistema del pinguino.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-11-2021]

microsoft edge linux

Se un'ampia possibilità di scelta è sempre la cosa migliore, gli utenti di Linux accoglieranno positivamente il rilascio del browser Microsoft Edge in versione stabile anche per il sistema del pinguino.

Da tempo esistono per Linux una versione di sviluppo e una versione beta del browser di Microsoft, ma soltanto ora c'è una versione che si può definire stabile, ossia utilizzabile per la navigazione quotidiana senza rischiare di incappare in qualche malfunzionamento.

Come sappiamo, l'attuale incarnazione di Edge si basa su Chromium, ossia lo stesso progetto open source da cui derivano innanzitutto Google Chrome ma anche tutta una serie di browser "alternativi", da Opera a Vivaldi, passando per Brave e molti altri ancora.

Al "cuore", comune ormai a moltissimi browser, Microsoft ha aggiunto le proprie personalizzazioni, come la possibilità di sincronizzare vari elementi (segnalibri, schede aperte, estensioni, password) tramite un account Microsoft, la schermata iniziale o la disposizione in verticale della barra delle schede.

In Edge per Linux manca - così come manca in Edge per macOS - la modalità compatibile con Internet Explorer, per ovvie ragioni: il vecchio motore Trident era un prodotto esclusivo per Windows, e tale è rimasto.

Per chi volesse provare - e magari adottare - Edge per Linux, Microsoft mette a disposizione i pacchetti in formato .deb (per Debian e derivate) e .rpm (per Red Hat/Fedora e derivate) ma anche gli utenti di Arch e delle distribuzioni derivate possono mettere alla prova il browser, che da tempo può essere scaricato dall'AUR.

Ovviamente è legittimo chiedersi se davvero abbia senso celebrare l'ennesima variazione sul tema Chromium e se davvero ci sia differenza nel consegnare i propri dati a una multinazionale (Google, via Chrome) piuttosto che a un'altra (Microsoft, via Edge), ma per gli utenti la presenza di Edge sotto Linux resta una possibilità in più.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Nei piani di Microsoft c'è anche Edge in versione per Linux
Mozilla pensa a un Firefox Premium a pagamento

Commenti all'articolo (3)

Vero, finalmente è finita questa discriminazione! Leggi tutto
8-11-2021 12:41

Possibilità comunque evitabile (IMHO), considerando l'ampia disponibilità di alternative. Leggi tutto
6-11-2021 11:36

{sledge}
Meno male che finalmente le cose si sono aggiustate, non stavo più nella pelle all'idea di farmi profilare da M$ anche in Linux.
5-11-2021 16:39

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3551 voti)
Luglio 2022
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 luglio


web metrics