Germania, 30.000 computer passano a Linux e all'open source

Per il Land dello Schleswig-Holstein è un passo imprescindibile per difendere la sovranità digitale.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-04-2024]

land tedesco passa a linux
Immagine generata con DiffusionArt.

Il Land tedesco dello Schleswig-Holstein abbandona Windows e Microsoft Office per passare a Linux e al software libero. Di nuovo.

Un primo progetto pilota era stato infatti già avviato nel 2021, quando la migrazione interessò 25.000 computer usati dalla pubblica amministrazione.

Ora altri 30.000 PC seguiranno la stessa strada: avranno Linux al posto di Windows; LibreOffice al posto di Microsoft Office; Nextcloud, Open Xchange e Mozilla Thunderbird al posto di Microsoft Sharepoint, Exchange e Outlook.

Anche Active Directory verrà soppiantato, anche se non subito: inizialmente verrà mantenuto grazie al supporto che fornisce Samba, e in seguito verrà adottata una soluzione alternativa ancora non indicata ufficialmente.

Dirk Schröder, ministro degli Affari Digitali dello Stato tedesco, motiva così la decisione: «La sovranità digitale è una parte essenziale della strategia digitale dello Stato e i nostri obiettivi non possono essere raggiunti con i prodotti standard delle grandi aziende. A partire dalla sostituzione del software Office, passeremo al software libero anche per quanto riguarda il sistema operativo, i servizi di directory e le soluzioni di comunicazione».

Il piano a lungo termine prevede infatti anche l'abbandono di Telekom, da rimpiazzare con una soluzione di telecomunicazioni open source.

Il governo dello Schleswig-Holstein si dice infatti preoccupato poiché, quando si usa del software a sorgente chiuso, non è possibile sapere in che modo esso funzioni e come gestisca i dati, o se addirittura «esporti i dati in Paesi terzi».

«Come Stato» - ha dichiarato sempre il ministro Scröder - «abbiamo una grande responsabilità verso i nostri cittadini e le nostre aziende: dobbiamo assicurarci che i loro dati siano al sicuro, che saremo sempre noi a controllare le soluzioni IT che adoperiamo e che, come stato, potremo sempre agire in modo indipendente».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Monaco abbandona Linux e LibreOffice e torna a Windows
Monaco ha iniziato il ritorno a Windows, ma in segreto
Monaco lascia Linux soltanto per motivi politici
Il Comune di Torino abbandona Windows per Linux
Google abbandona Windows: "Non è un sistema operativo sicuro"
Microsoft: "Apple Tax" per chi passa a Mac

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Lo ricordo, era cambiato il colore politico e taaac sono tornati immediatamente a Windows, lamentando problemi assurdi, tipo che chi gli impiegati non riuscivano ad aprire i pdf. Leggi tutto
16-4-2024 19:44

Qui sottoscrivo anche gli spazi e la punteggiatura... :wink: Leggi tutto
12-4-2024 18:47

Era la municipalità di Monaco di Baviera che nel 2003 passo tutta LINUX, poi nel 2017 un nuovo sindaco :cappello: prese al decisione di avviare una indagine conoscitiva sui costi occulti di LINUX e di affidarla a quella scatola vuota di Accenture, che realizzo un report in cui diceva che c'erano costi per incompatibilità, confusione da... Leggi tutto
10-4-2024 16:34

Hanno cominciato a farsi troppe canne.
9-4-2024 11:28

Forse era così un tempo... Ora ci sono molte distribuzioni, mi viene in mente Linux Mint per prima, con cui l'utente "normale" si ritrova in un ambiente di qualità assolutamente comparabile a Windows. I miei figli passano da linux a windows senza neanche accorgersi delle differenze, così come la pletora di parenti anziani a... Leggi tutto
8-4-2024 09:38

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni, tutte relative a siti che vendono coupon e buoni sconto online, concordi di più? (Se vuoi dare risposte multiple utilizza i commenti)
Sono un cliente abituale dei siti di coupon e in generale posso dichiararmi soddisfatto delle promozioni attivate tramite questo mezzo innovativo.
Apprezzo i coupon soprattutto per provare quelle strutture dove non sono mai stato, o servizi che non ho mai utilizzato prima.
Acquisto talvolta i coupon ma purtroppo molte volte non riesco a utilizzarli prima della loro scadenza, pertanto penso di diminuire questa attività o di continuare a farlo saltuariamente.
Acquisto i coupon soprattutto per usufruire dello sconto e raramente acquisto nuovamente un servizio o torno in una struttura a "prezzo pieno".
Solitamente acquisto un coupon soltanto se conosco già la struttura o il servizio offerto, non voglio fregature.
Mi è capitato spesso di prendere delle fregature o di non essere servito alla stregua degli altri clienti, pertanto penso che non acquisterò più coupon.
Non ho mai acquistato un coupon.

Mostra i risultati (1790 voti)
Maggio 2024
Imparare l'hacking
Il passaporto elettronico si farà alle Poste, anche nei comuni più grandi
Google infila la IA dappertutto
Il reddito universale di base secondo OpenAI
Windows 11 24H2 cripta tutti i drive all'insaputa dell'utente
L'app per snellire Windows 11 rimuove anche la pubblicità
Netflix, utenti obbligati a passare agli abbonamenti più costosi
Aprile 2024
La fine del mondo, di silicio
Enel nel mirino dell'Antitrust per le bollette esagerate
TIM, altre ''rimodulazioni'' in arrivo
L'algoritmo di ricarica che raddoppia la vita utile delle batterie
Hype e Banca Sella, disservizi a profusione
Falla nei NAS D-Link, ma la patch non arriverà mai
La navigazione in incognito non è in incognito
Le tre stimmate della posta elettronica
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 28 maggio


web metrics