Scoprire altarini per trovare altari

Diario di un Invisibile. La Terra non è solo degli umani. Molti di noi stanno in posti chiave nascondendo le loro anomalie in una rigida sceneggiatura di conformismo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-10-2011]

foto via Fotolia

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Diario di un Invisibile

All'interno della palestra eravamo un ventina d'individui e se vi dico individui anziché persone è perché solo la metà di noi aveva aspetto umano, gli altri erano un ampio assortimento di creature solo vagamente umanoidi. Uno di questi aveva l'aspetto di quelli che gli appassionati di ufologia chiamavano i Grigi.

Giovanni ci aveva fatto sedere in circolo su di un tatami. Durante la fuga avevo visto il nostro gruppo ingrossarsi di queste bizzarre creature senza che la mia ragione si ponesse quesiti nella concitazione del momento ma ora la sorpresa era al massimo. Osservando le loro emissioni di colori notai delle sequenze comuni a tutti nell'ampia gamma di cromatismi che emettevano collettivamente.

Marsi mi rivolse la parola. "Alberto adesso hai modo di conoscere qualche appartenente al nostro eterogeneo ma affiatato gruppo, vorrei presentarteli individualmente ma credo che possiamo soprassedere alla formalità visto che fra dieci minuti potremmo essere tutti morti."

Alla frase molti risero ma a me non faceva ridere per niente! Sbottai. "Cazzo Marsi! Dove sono? Chi siete? Mi sembra la scena del bar di Guerre Stellari."

Esplosero tutti a ridere. Matteo diede di gomito a Luca dicendogli "Mi sa che non è il babbeo che pensavamo." Luca annuì iniziando tirare fuori il necessario per arrotolare uno spinello.

Continuavo a non vedere lati umoristici nella situazione; cosa ci facevo in mezzo a questi alieni? Io ero una persona normale... appena un tantinello invisibile e in grado di interpretare i sentimenti di chi mi stava attorno come sequenze di colori...

In quel momento capii l'umorismo della situazione e scoppiai a ridere. Tutti risero con me e ricorderò sempre l'arcobaleno di splendidi colori che gravitava in una danza armoniosa intorno a noi. Sentii uno spirito di squadra come mai avevo provato prima, un caldo sentimento che mi accomunava a quel gruppo di strambe creature di cui anch'io facevo parte. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
E' buona l'acqua del rubinetto?
Sì. La bevo quasi sempre.
No. Di solito bevo acqua in bottiglia.
Sì, ma di solito bevo acqua in bottiglia.

Mostra i risultati (6035 voti)
Leggi i commenti (44)
Giovanni riprese a parlare. "Adesso cominci a capire. Nessuno di noi è un'umano nel senso stretto del termine, incluso te. Siamo mutazioni e alieni, creature fuori dalla norma e per questo potenzialmente pericolose agli occhi dei cosidetti normali. Ma bada, la cosa che più viene vista come pericolo non è il nostro aspetto (che per qualcuno come te te è nella norma) e non sono nemmeno le nostre particolarità che potrebbero essere benissimo assorbite e sfruttate in qualche show business ma il fatto di aver scelto (a volte nostro malgrado) di fare comunità fra noi abbandonando i valori e le regole dei normali."

Su queste parole la pelle e le placche ossee della sua fronte si aprirono per mostrare un terzo occhio. Ero sbalordito. "Molti di noi stanno in posti chiave nascondendo le loro anomalie in una rigida sceneggiatura di conformismo, rinnegando il loro essere eppure sfruttandolo. Saresti sorpreso di sapere quanti anomali insospettabili ci sono nella Cultura, nello Spettacolo e persino nella Politica. Non ti sto parlando di normali devianze come possono essere le scelte sessuali o l'uso di stupefacenti, intendo vere e proprie mutazioni genetiche come ne vedi rappresentate qui o personaggi molto in vista che la notte andando a letto spengono i loro alteratori di Realtà percepita e si mostrano nel loro essere alieni venuti da altri mondi e dimensioni."

Se prima ero sbalordito, adesso ero allibito. "La Terra non è solo degli umani, altre creature senzienti di diversa origine la popolano. Ma non tutti i diversi sono uguali e se qualcuno si è integrato magnificamente ricavandone agi e onori, i più sono vittime dei loro simili e dei loro complici in modo interraziale. Per questo è nata la nostra comunità; noi crediamo nelle cose che ci accomunano e non in quelle che vogliono farci credere ci dividono."

Si girò verso il Grigio. "Guarda il nostro amico Betàl, viene da Aldebaran V e ha lavorato come precario nella ricerca per 32 dei suoi anni, equivalenti a 734 dei nostri anni solari, eppure ancora non ha maturato il minimo per la pensione. Guarda quant'è diverso da te nell'aspetto eppure come la sua situazione è simile alla tua!"

Guardai Betàl che mi sorrise timidamente e gentilmente annuendo. Cominciavo a capire chi erano veramente i mostri... e a odiarli. Avevo ancora in mano la pistola che cominciai a sentire come un'estensione del mio corpo fino a vederla pulsare di colori che si estendevano intorno al braccio.

"No Alberto. Non è quella che hai in mano la soluzione. Quella è solo uno degli strumenti che potresti inevitabilmente e dolorosamente essere costretto ad usare. Non siamo terroristi, piuttosto potresti definirci una... Religione."

Se prima ero allibito adesso ero completamente annichilito e privo di pensieri. "Crediamo in un fine comune e in un principio ordinatore in grado di mostrarci la sua superiore Sapienza... come ogni altra religione mai esistita. Ma qualcosa ci rende diversi da quelle... non crediamo nella centralità dell'Umana Specie (come solo qualche culto sciamanico minore diversamente afferma contro le convinzioni religiose dominanti) e abbiamo nelle nostre stesse esistenze la prova del sovrannaturale (o pittosto del supernaturale) senza la necessità di affidarci a quella cosa piuttosto nebulosa ed inconsistente che è la Fede." Fece una lunga pausa e i presenti iniziarono a salmodiare un sommesso canto, dolce e nostalgico.

"Nei miti più antichi ci sono tracce di noi devianti, da Gilgamesh ad Ercole, passando per Centauri ed Amazzoni, arrivando alle razze più strane di altri mondi esistenti o possibili. Nel tempo siamo cresciuti di numero, ci siamo combattuti e abbiamo combattuto contro gli umani, ci siamo riconosciuti e conosciuti, ora sappiamo che è venuto il tempo della nostra unione per combattere in una Guerra Finale che non siamo noi ad aver voluto... contro gli oppressori come è scritto nella nostra Profezia."

"Verrà il Tempo Ultimo in cui colui in grado di vedere i Colori dell'Anima di ogni cosa esistente, si unirà a noi per liberarci da ciò che ci nasconde, rivelando le nostre Armate a coloro che non vogliono vedere l'evidenza dell'Esistente."

Adesso il canto sarebbe stato assordante se non avesse avuto una meravigliosa armonia, le forme erano completamente sopraffatte da onde di colori come in un acquarello di Dufy.

Volevo urlare "Lasciatemi fuori. Non c'entro con queste storie. Non sono io quello che aspettate! E' uno sbaglio. Non berrò da questo amaro calice!" Invece una voce che voleva essere sommessa ma risuonò autorevole e decisa alle mie stesse orecchie disse "Sono pronto!"

Tutti tacquero e fissarono il loro sguardo su di me. La voce, ora più simile alla mia abituale, aggiunse "Però non so cosa bisogna fare, qualcuno ha dei suggerimenti?"

La risata colletiva fu epica e sugellò la mia nomina a Messia.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Fare il Messia? Un mestiere come un altro

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Veleno Romano

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 55)

.gipas.
Complimenti,un bel racconto che mi ha sempre tenuto in attesa della pruntata successiva ed anche abbastanza al passo dei tempi.Chissà se poteremo ancora godere di un suo prossimo racconto,per adesso Grazie!Gipas.
9-1-2012 11:57

Un asino Leggi tutto
8-1-2012 11:06

Rispostine al volo Leggi tutto
8-1-2012 02:45

Bravo Veleno Informatico. passi per gli accenti sbagliati ma ti sei anche dimenticato la regola di un'asino ciao Piero
4-1-2012 10:34

Se .... magari ..... pare facile
30-12-2011 09:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il genere di applicazioni che utilizzi di più sul tuo smartphone (o sul tuo tablet)?
Calendari
Giochi
Grafica
Informazioni
Internet (accesso, condivisione, ecc.)
Messaggistica
Social network
Utilità (viaggi, cucina, ecc.)

Mostra i risultati (1975 voti)
Settembre 2020
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Tutti gli Arretrati


web metrics