Gli esami non finiscono mai

Diario di un Invisibile. Le dodici dita dell'infermiera Paola si muovevano velocissime.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-10-2011]

infermiera sexy

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
Diario di un Invisibile

Nel reparto ospedaliero mi prese in consegna una bella brunetta dagli occhi verdi, piuttosto tonda ma decisamente sexy. In particolare mi colpirono le sue mani mentre riempiva una scheda con i miei dati, aveva delle dita lunghissime ed affusolate con unghie curatissime e... Oddio! Aveva sei dita per mano e le muoveva tutte con naturalezza.

Evidentemente si accorse della mia sorpresa.
"Si, sono una mutazione genetica ma di tipo progressivo. Ho dodici dita e le uso tutte benissimo."
Cercai di trarmi d'imbarazzo con una battuta:
"Bravissima dattilografa allora."

"No, non ho mai imparato la dattilografia e scrivo con due dita ma quello che vedi é solo l'apparenza. Il fatto é che nelle mani ho il triplo delle terminazioni nervose di un comune umano e con queste posso fare cose che nemmeno immagini."
Le agitò nell'aria.

Confesso che nella mia fantasia, non furono proprio limpide e lecite le capacità che immaginai potesse avere in quelle dodici dita. Ma nel tempo scoprii veramente cosa significava. Assunse un atteggiamento cordialmente professionale.

"Allora Alberto, benvenuto fra noi. Dalla nota che il dottor Marsi mi ha mandato vedo che potresti essere molto utile nella ricerca che stiamo portando avanti. Non hai nulla da temere, ti tratteremo bene; solo di sottoporremo a qualche test non invasivo e per niente doloroso. Roba di pochi giorni in cui sarai nostro gradito ospite, poi se vorrai ti aiuteremo ad avere un miglior controllo della tua... particolarità con un semplice corso d'addestramento piuttosto divertente. Metti la firma su questi documenti per favore."

Porgendomi le carte da firmare mi sorrise in un modo che avrei accettato anche un patto con il diavolo.

Dieci giorni dopo maledivo cordialmente la bella capo infermiera Paola (questo il suo nome) e il dottor Marsi. Non avrei mai creduto esistessero tanti esami di laboratorio a cui un umano poteva essere sottoposto; mi avevano rivoltato come un calzino, ero continuamente sotto osservazione, ogni mio parametro misurabile era stato misurato e rimisurato per verifica. Non ne potevo più; eppure quando stavo per esplodere un qualche intervento di Paola o di Giovanni, mi riportava in uno stato collaborativo e complessivamente remissivo.

Ero stato forse ipnotizzato o quantomeno plagiato? Il fatto era che le conversazioni quasi quotidiane con Marsi erano, senza nessun alone di misticismo, in qualche modo illuminanti e mi aprivano degli spazi di comprensione sorprendenti. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual č secondo te la peggiore invenzione della storia?
Le sigarette
I fast food
Le armi
Il nucleare
La Chiesa
La televisione
L'automobile
I telefoni cellulari
Gli autovelox

Mostra i risultati (7852 voti)
Leggi i commenti (35)
In un'occasione mi disse:
"Ricordi che raccontandomi dell'episodio dell'ufficio postale mi dicesti che ti sembrò che qualcuno ti vedesse eppure fece finta come se non fosse?"
"Certamente." Risposi.

"Adesso immagina, se non fossimo intervenuti e se stessi all'oscuro della malattia, da solo con quelle che si presentano come allucinazioni, cosa penseresti?"
"Di essere diventato matto ovviamente."
"Ed è proprio quello che pensa di se stesso chi ha voluto ignorarti. E' convinto di essere pazzo e cerca di dissimularlo. Tu non lo faresti, specie se temi di perdere qualcosa... magari il posto di lavoro?"
Annuii convinto.

"Per autodifesa tentano la normalità ma non può durare a lungo. Capisci che se l'inutile invisibile di turno è il tuo capo la cosa diventa un problema." Sorrise beffardo.
"Inoltre qualcuno ha cominciato a capire che ci sono diversi inutili anche fra le cariche più importanti... Immagini le ripercussioni?"

Capivo perfettamente. Altro che invisibilità come nei film e nei fumetti, questa era una specie d'imbarazzante chiaroveggenza che dava più problemi che altro nel nostro sistema sociale. Specie a chi l'aveva.

[...]

Luca si avvicinò a Matteo.
"Allora che si dice?"
"Situazione stazionaria, mi manca un pò d'azione."
"Pare che ne avremo presto a sentire il Doc."
"Marsi è entusiasta del nuovo acquisto."

Luca sorrise.
"Sì, a me sembra piuttosto imbranato anche se simpatico, non capisco come potrebbe essere colui che aspettavamo."
"Giovanni ha le sue teorie. Effettivamente il dottore finora ha mostrato di sapere il fatto suo ma su questa cosa sono perplesso anch'io. Veramente imbranato il tipo."

[...]

Le dodici dita di Paola si muovevano velocissime nel fissarmi intorno al corpo e agli arti delle fasce plastiche da cui uscivano dei cavi che terminavano in un macchinario.

"Oggi di cosa sono cavia?"
"Tenteremo di rilevare i punti esatti di risonanza dei campi che emetti e ti reindurremo un campo opposto leggermente sfasato, verificando se si crea un terzo campo indipendente e modulabile."
Ovviamente afferravo il significato dei singoli termini ma cosa sarebbe significato sulla mia pelle mi sfuggiva.

"Suona pericoloso."
"Ma no, stai tranquillo. Chiudi gli occhi e rilassati, cominciamo." Rispose Paola avviando il macchinario con le sue fastastiche dodici dita. Effettivamente non sentivo niente e stavo iniziando a temere di passare le seguenti decine di minuti annoiandomi... non che mi fossi divertito troppo nei giorni passati.

Improvviamente la botta. Cominciai a sentire nelle mie orecchie, con nitidezza mai provata prima, i suoni che facevano i fenomeni naturali delle VLF. Poi (improvvisamente) i suoni esplosero in colori nei miei occhi e assunsero forme in cui riconobbi strutture geometriche derivabili da funzioni sinusoidali; man mano che fluivano assumevano il senso di una codifica comprensibile alla mia mente e cominciai a comprenderne il messaggio intrinseco.

Non so per quanto tempo mi trovai in questo stato ma ricordo che risvegliandomi mi trovai l'ago di una siringa infilato nel braccio e Paola che stava prelevandomi del sangue. Istintivamente mi contrassi.

"Stai calmo Alberto. Solo un piccolo prelievo, dobbiamo verificare degli enzimi. Stai bene vero?"
Annuii. Ero confuso e chiusi gli occhi. Vidi ancora le forme colorate. Riaprii gli occhi e sbattei le palpebre tanto forte che mi parve di sentirne il suono. Mi accorsi che come ombre sfumate i colori erano ancora presenti. Aleggiavano intorno a tutto con le forme e le sequenze che avevo visto durante il test.

Queste percezioni erano particolarmente intense intorno agli oggetti connessi alla rete elettrica ma più di tutto lo erano intorno a Paola. La fissai nel turbinio di colori che la circondava, rispose al mio sguardo e il rosso era il colore dominante. Con un braccio l'avvicinai e lei mi lasciò fare in un vortice di toni cromatici dal rosso sangue al porpora. Le nostre labbra si toccarono.

[...]

Nda: Chi vuole sentire i suoni uditi da Alberto (con minore nitidezza) potrà farlo in questa pagina della Iowa University.

Avviso importante: il prossimo capitolo per il contenuto potrebbe turbare i più giovani e gli animi sensibili. Lo considero VM 14 e sconsigliato ai deboli di stomaco... ve l'ho detto, non lamentatevi dopo.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
A rotta di collo

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Veleno Romano

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 55)

.gipas.
Complimenti,un bel racconto che mi ha sempre tenuto in attesa della pruntata successiva ed anche abbastanza al passo dei tempi.Chissā se poteremo ancora godere di un suo prossimo racconto,per adesso Grazie!Gipas.
9-1-2012 11:57

Un asino Leggi tutto
8-1-2012 11:06

Rispostine al volo Leggi tutto
8-1-2012 02:45

Bravo Veleno Informatico. passi per gli accenti sbagliati ma ti sei anche dimenticato la regola di un'asino ciao Piero
4-1-2012 10:34

Se .... magari ..... pare facile
30-12-2011 09:04

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai dei rimpianti per la tua vita finora?
Avrei voluto vivere la vita secondo le mie inclinazioni e non secondo le aspettative degli altri.
Ho fatto l'amore meno di quanto mi sarebbe piaciuto.
Non avrei voluto lavorare cosė duramente.
Ho viaggiato meno di quello che avrei voluto.
Avrei voluto avere il coraggio di esprimere di pių alcuni miei sentimenti.
Avrei voluto restare di pių in contatto con i miei amici e di chi mi ha voluto bene.
Ho guadagnato meno soldi di quanto avrei desiderato.
Avrei voluto consentirmi di essere pių felice.

Mostra i risultati (2739 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics