Agcom approva il nuovo regolamento, ora la parola al Tar

E' certo il ricorso al Tar del Lazio con l'approvazione da parte dell'Agcom del regolamento contro la violazione del copyright on line.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-12-2013]

agcom

L'Agcom in queste settimane è stata al centro di fortissime pressioni intorno al nuovo regolamento per la tutela del copyright che, pur evitando di accanirsi sui singoli utenti, attribuisce all'Agcom stessa il potere di oscurare i siti italiani che violassero la disciplina del diritto d'autore.

Il tutto senza bisogno che si debba ricorrere a un magistrato e senza che il Parlamento abbia legiferato in merito. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1474 voti)
Leggi i commenti (5)
Da una parte c'è un fronte compatto (e poco supportato dalla politica) costituito dal mondo degli studiosi della Rete, dei blogger opinionisti, delle associazioni di difesa dei consumatori come Altroconsumo; dall'altra c'è Confindustria, le associazioni dei produttori discografici e multimediali.

Sembrava che il fronte contrario avesse trovato una sponda nel PD e in SEL, che avrebbero voluto in luogo del Regolamento una legge che stabilisse il filtro della decisione giudiziaria.

In realtà l'iter parlamentare si è avviato troppo tardi e il Presidente dell'Agcom Cardani (voluto da Monti) è un bocconiano molto sensibile per formazione ed esperienze professionali agli interessi della grande impresa.

Ora la parola come sempre spetterà al Tar del Lazio, competente in materia di regolamenti della Pubblica Amministrazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Regolamento AGCOM, offline le tesine scolastiche
Blogger condannato: aveva pubblicato dati trovati su Google
La Boldrini blocca l'Agcom sul copyright in Rete
Da Montecitorio uno stop all'Agcom sul copyright
Regolamento AGCOM sul copyright, sospetti di incostituzionalità
AGCOM, le nuove regole sul copyright ispirano fiducia
Nuove regole AGCOM: difendere il copyright bloccando i siti
Web e diritto d'autore, l'AGCOM pronta a intervenire
AGCOM, pressioni dagli USA per il regolamento antipirateria
AGCOM, regolamento sul copyright prima dell'estate
Copyright, AGCOM chiede l'intervento del Governo
L'AGCOM vuole diventare lo sceriffo del web
Agcom, obbligo di condivisione e nuove regole per la fibra
AGCOM: occorre riformare il diritto d'autore
L'Agcom approva la bozza ma fa un passo indietro
La Notte della Rete contro l'Agcom
Bavaglio italiano al Web dal 6 luglio?
Attacco all'Agcom contro la censura del web
AgCom e censura siti: pressioni dal governo, silenzi dall'opposizione
AgCom: Tra 10 giorni inizieremo a bloccare i siti pirata
L'Agcom vuole copiare l'Hadopi, polemiche in rete
Agcom, prima stretta sulla pirateria in Internet
Approvato il decreto Romani, molti i punti non chiari
L'AgCom diventerà il censore di Internet
Agcom e Unione Europea contro il decreto Romani
Agcom a fianco di Siae contro i pirati dell'etere

Commenti all'articolo (3)

Sì ma se venisse abolita l'AGCOM chi difenderebbe gli interessi di Confindustria, associazioni dei produttori discografici e multimediali e compagnia bella prevaricando democrazia e libertà??? :twisted: In quanto alle eredità negative del primo ventennio mi sembra che nel secondo ci siamo dati molto da fare a rivitalizzarle,... Leggi tutto
15-12-2013 17:21

@AldoWeb In barba anche alla Costituzione italiana e alle regole Democratiche!!! Insomma tribunali speciali come ci furono in tutte le dittature, in Italia erano le Corporazioni Fasciste che facevano queste cose. Anche gli Enti (altra stortura Fascista) non servono più e semmai non sono mai serviti al cittadino ma per vari... Leggi tutto
14-12-2013 19:17

Stortura tipicamente italiana. Abbiamo un altro potere giurisdizionale, senza una legge. Questo a prescindere dai contenuti della decisione. In barba alla separazione dei poteri. AldoWeb
14-12-2013 16:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste professioni obsolete secondo te ha ancora un futuro?
Agente di viaggio. C'è ancora qualcuno che prenota le vacanze in agenzia? (Parrebbe di sì)
Cassiera di supermercato. Sostituita dalle casse automatiche e dalla spesa online. (Ma i clienti rimangono affezionati al vecchio sistema)
Centralinista. Sostituito dai centralini digitali. (Eppure resiste in molte aziende)
Data entry. Mai sentito parlare di scanner e OCR? (Invece c'è chi inserisce ancora tutto a mano)
Dattilografo. I dirigenti moderni gestiscono il proprio blog, non dettano più gli appunti a una segretaria; al massimo usano il riconoscimento vocale. (Ma esistono davvero dirigenti... moderni?)
Impiegato di banca allo sportello. Con i conti online è una figura sempre meno utile. (Però in banca tutti lo cercano)
Giornalista. Con Google News, Facebook, Twitter e i blog, c'è ancora bisogno di loro? (Almeno dei migliori, evidentemente sì)
Postino. Con la posta elettronica, la posta tradizionale va diminuendo sempre più. (Ma ci vuole sempre qualcuno che la consegni)

Mostra i risultati (2488 voti)
Settembre 2020
Vecchio televisore mette KO la connessione Adsl di un intero paese
Attacco ransomware mette in ginocchio Luxottica
Ransomware blocca ospedale, muore una paziente
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Tutti gli Arretrati


web metrics