Anche Microsoft ascolta le conversazioni degli utenti

Ciò che si dice a Cortana o via Skype può finire nelle orecchie di perfetti sconosciuti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-08-2019]

microsoft cortana skype ascolto conversazioni

Google, Amazon, Apple: se non consideriamo Samsung (il cui Bixby non è, per usare un eufemismo, molto usato) ancora un assistente digitale restava fuori dalla riprovazione generale per la vicenda delle conversazioni private ascoltate da esseri umani.

Tale assistente è naturalmente quello di Microsoft, ossia Cortana. Ma Cortana non è l'unica applicazione di Microsoft che potenzialmente ha accesso ai dialoghi degli utenti: c'è anche Skype.

Proprio Skype, stando a quanto riporta Motherboard, fa esattamente ciò che fanno Google Assistant, Alexa e Siri: gira le conversazioni degli utenti a subappaltatori per migliorare il riconoscimento vocale e con pochissimo riguardo per la privacy.

Motherboard ha ottenuto frammenti di registrazioni da uno dei dipendenti addetti all'ascolto, il quale ha commentato la consegna affermando: «Il fatto che possa condividere parte di questi dati con voi vi mostra quanto sia trascurata la questione della protezione dei dati degli utenti».

Le registrazioni contengono, come c'era da aspettarsi, anche porzioni di dialogo estremamente private, che trattano di argomenti delicati o comunque personali. E, naturalmente, ci sono anche i comandi impartiti a Cortana.

Sondaggio
Cosa utilizzi per inviare messaggi privati?
Uso varie applicazioni su qualsiasi dispositivo disponibile
Uso varie applicazioni sui miei dispositivi
Uso solo applicazioni affidabili su dispositivi di fiducia
Non invio messaggi privati online

Mostra i risultati (973 voti)
Leggi i commenti (13)

Ora, è pur vero che a questo punto non dovrebbe sorprendere nessuno il fatto che le conversazioni da tradurre siano ascoltate da esseri umani, ma è anche vero che, dopo tutto ciò che è emerso, Microsoft s'è ben guardata dall'alzare la mano e ammettere che anche i suoi dipendenti si comportano come gli altri.

A cose fatte, certo, è intervenuta. Ha spiegato a Motherboard che «cerca di essere trasparente circa la raccolta e l'uso dei dati vocali» e che «Microsoft richiede il permesso degli utenti prima di raccogliere e usare i loro dati», anche nel rispetto della legge europea sulla privacy.

Il fatto che di tutto ciò non si sapesse nulla sinora, tuttavia, ci dice che forse le informazioni fornite non erano poi così chiare.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Se Amazon Echo registra le conversazioni private (e le invia ai contatti)
Gli assistenti vocali danno i numeri

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

:ola: :ola: :ola: Leggi tutto
15-8-2019 11:25

Mi sembra fosse piuttosto ovvio, non credo proprio ci sia da stupirsi.
14-8-2019 18:31

{alfabeta}
@ etabeta: neanche io sono fiducioso. Dove ci sono soldi, a parte rare eccezioni, ci sono avvoltoi, e questa è la regola. E gli avvoltoi alfa da una parte fanno finta di combattersi, dall'altra fanno accordi sottobanco per spartirsi la torta. L'umanità, nella sostanza, non nell'apparenza, non è evoluta... Leggi tutto
14-8-2019 15:52

La vedo un po' un'utopia. Servirebbero controllori[/url] realmente controllanti e invece abbiamo avuto la truffa delle obbligazioni subordinate, ad Ancona è in corso il processo contro [url=http://forum.zeusnews.com/link/666017]Banca Marche, la truffa dei diamanti... Non sono molto fiducioso :roll: Leggi tutto
13-8-2019 19:39

Ma sai perché? Parlo del caso che conosco direttamente. Gli IT sono paraculi senza coglioni e allora si salvano il culo contro una che hitler gli faceva una pippa con "ah, ma è colpa di Microsoft, ah ma è colpa di Google" tutti i server sono GNU/Linux strapagano un'aziendona esterna perché non sono in grado di configurarli. ... Leggi tutto
11-8-2019 13:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (492 voti)
Agosto 2022
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 agosto


web metrics