Scarica app truffa dall'App Store, perde 600.000 dollari in Bitcoin

La vittima ora è più arrabbiata con Apple che con i ladri.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-04-2021]

app store truffa bitcoin

È possibile perdere 600.000 dollari solo per aver scaricato un'app? Evidentemente sì, se l'app in questione è in realtà parte di una truffa finalizzata a rubare Bitcoin.

Come racconta il Washington Post, a cascare nella trappola è stato Philippe Christodoulou, fedele utente Apple, il quale stava cercando un'app per iPhone con la quale gestire il proprio portafoglio di criptovalute, che conteneva 17,1 Bitcoin.

Navigando sull'App Store ha scoperto l'esistenza di un app chiamata Trezor, lo stesso nome del produttore del dispositivo (un hardware wallet) sul quale aveva conservato i propri Bitcoin fino a quel momento.

Ritenendo che anche l'app fosse una creazione dell'azienda che aveva prodotto l'apparecchio, e vedendo che aveva recensioni positive, l'ha scaricata e ha inserito le proprie credenziali.

A quel punto la trappola è scattata: i suoi Bitcoin sono stati immediatamente sottratti, causandogli un danno equivalente al furto di 600.000 dollari secondo le quotazioni del giorno in cui il fattaccio è accaduto.

Il signor Christodoulou è comprensibilmente alterato, e non soltanto per il furto subito: ritiene che Apple abbia mancato nel tutelare la sicurezza dell'App Store, consentendo a un'app chiaramente truffaldina non solo di entrare a farne parte, ma anche a ottenere recensioni favorevoli e a sfruttare il logo di Trezor, con cui nulla in realtà ha a che fare.

L'ira di Christodoulou è, insomma, diretta più contro Apple che contro i ladri. «Hanno tradito la fiducia che avevo riposto in loro. Adesso Apple non può passarla liscia».

L'azienda della mela morsicata, dal canto proprio, riconosce che gli autori dell'app sono riusciti a metterla nel sacco aggirando i controlli imposti a tutti i software che vengono proposti all'App Store proprio per evitare queste situazioni, e spiega anche come ciò sia potuto accadere.

A quanto pare, inizialmente l'app era stata presentata come un software per la crittografia, da utilizzare per conservare in modo sicuro file e password, senza alcun legame con le criptovalute.

Soltanto dopo aver ottenuto l'autorizzazione la natura dell'app sarebbe stata cambiata dai suoi autori per rispecchiare lo scopo originale: sottrarre i Bitcoin degli incauti che l'avessero installata.

Philippe Christodoulou non è peraltro l'unico a essere rimasto vittima della truffa: altri utenti hanno raccontato la medesima esperienza, anche se l'entità del furto subito da Christodoulou è quella maggiore.

Apple sostiene anche che, al di là di incidenti isolati, l'App Store è il luogo più sicuro da cui scaricare app, e che in caso di problemi l'intervento è rapido e le app truffaldine vengono rimosse. Tutto ciò sarà anche vero, ma non restituirà le criptovalute rubate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Bitcoin, un dilemma etico
Si arricchisce coi bitcoin ma perde la password
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
236 milioni di euro in bitcoin sono sepolti in una discarica in Galles
Chi ha spostato un miliardo di dollari in bitcoin?
PayPal, arrivano i pagamenti in criptovalute
7 app truffa che si diffondono tramite TikTok
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Apple Card, c'è già la prima truffa
WhatsApp, la truffa passa attraverso i file multimediali
Chrome per Android e la truffa della barra degli indirizzi fasulla
Truffa dei falsi buoni Ikea su WhatsApp
Difendersi dalle app-truffa presenti nell'App Store di Apple
Truffatori online rubano 40 milioni di euro a un'azienda tedesca
La truffa del buono da 500 euro per l'Ikea
Ennesima truffa ai bancomat, pochi spiccioli per volta

Commenti all'articolo (3)

Infatti, in questo caso, toccherebbe ad Apple restituirle... e credo ci farebbe anche bella figura con poco. Leggi tutto
4-4-2021 16:03

{enrico}
Dall'articolo si evince che Apple controlla il software solo quando se ne richiede l'autorizzazione alla vendita. Se è così, Apple, inducendo l'utente ad abbassare la vigilanza, si assume la responsabilità del danno, oltretutto ribadendo, anche dopo l'evidenza contraria, che lo store è... Leggi tutto
3-4-2021 13:35

{t}
Lo scopo di un hardware wallet è proprio tenere al sicuro le chiavi private anche se il dispositivo che si usa per accedere alla rete è compromesso: sarà mica che ha dato un'autorizzazione sul trezor senza leggere bene cosa c'era scritto sul display, come un qualsiasi utente apple abituato ad accettare... Leggi tutto
2-4-2021 19:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come passi maggiormente il tuo tempo online?
Sui social network
Leggendo e scrivendo email
Guardando filmati
Cercando e leggendo informazioni
Giocando online
Leggendo i blog
Sui forum
Ascoltando musica e radio online
Leggendo quotidiani e riviste
Altro (specificare nei commenti)

Mostra i risultati (1981 voti)
Aprile 2021
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 15 aprile


web metrics