Instagram fa male alle ragazzine. Facebook lo sa, ma tace

La rivelazione è contenuta in un documento interno al social network. Il Congresso USA ora indaga.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-09-2021]

instagram facebook danni adolescenti

Il sospetto che Facebook non sia esattamente un esempio di trasparenza non è esattamente una novità ma ultimamente alcune rivelazioni fatte dal Wall Street Journal contribuiscono a mettere il social network in blu in una luce ancora peggiore.

Dopo l'ammissione del fatto che le regole della piattaforma non si applicano ai VIP, il quotidiano americano rivela che Facebook sa perfettamente quanto Instagram - che è di sua proprietà - faccia male agli adolescenti, ma sostanzialmente decide di ignorare questo fenomeno.

Il resoconto si basa su alcuni documenti interni dai quali si apprende che il social network ha già condotto alcune ricerche approfondite, ma non pensate per la pubblicazione, al fine di verificare se e quanto la "cultura" nata intorno a piattaforme come Instagram abbia effetti negativi sugli utenti più giovani, e in particolare sulle ragazze adolescenti.

Il risultato dell'indagine è che Instagram viene percepito ed utilizzato come uno strumento essenziale e potente di «comparazione sociale» (più ancora di TikTok e Snapchat, secondo le ricerche condotte): le ragazzine soprattutto lo adoperano come un campo di battaglia in cui le armi sono le fotografie e i video e da cui emerge vincitore chi ha dimostrato il proprio valore in ambiti quali la bellezza estetica e il successo.

Studentesse ammettono di utilizzare Instagram per capire quanto siano "popolari", ossia benvolute e persino invidiate dalle coetanee che lo sono di meno, e si regolano su parametri che Instagram stesso pensa a fornire bombardandole di pubblicità e fotografie che raffigurano donne con corpi idealizzati.

Se già l'adolescenza è l'età dell'insicurezza e pressoché ogni ragazza pensa di non essere abbastanza bella, abbastanza magra, abbastanza apprezzata rispetto alle altre, Instagram potenzia in modo estremo questi atteggiamenti. Facebook stessa nel documento interno ammette: «Stiamo peggiorando i problemi relativi alla percezione del proprio corpo per una ragazza su tre».

Il rapporto del Wall Street Journal è lungo e dettagliato, ma alcuni punti meritano una particolare sottolineatura.

Per esempio, si apprende che una delle ricerche condotte da Facebook ha rilevato come il 40% delle utenti in USA e Regno Unito ha iniziato a sentirsi «brutta» dopo aver iniziato ad adoperare Instagram, a causa del confronto con le immagini ritoccate proposte.

Sono poi le adolescenti stesse che, nei sondaggi, hanno ammesso a Facebook di sentirsi «dipendenti da Instagram» e che vorrebbero potersene liberare almeno un po', riuscendo a evitare l'impulso di controllare gli aggiornamenti in continuazione; manca però l'autocontrollo per farlo.

Un'indagine del 2019, poi, conclude che «le adolescenti danno la colpa a Instagram per l'aumento di ansia e depressione», e tale fenomeno è stato non solo registrato in tutti i gruppi, ma è stato ammesso senza che alcuna domanda in merito fosse stata posta.

Infine, un 13% delle utenti britanniche e un 6% di quelle statunitensi che hanno ammesso di aver avuto impulsi suicidi ha rivelato di ritenere che l'idea sia nata a seguito del confronto con le altre utenti di Instagram e coi modelli proposti.

Tutto ciò sarebbe già inquietante in sé, ma assume connotati ancora più oscuri se lo si rapporta alla posizione ufficiale di Facebook: mentre internamente i dirigenti sapevano, all'esterno nulla trapelava; e non sarebbe mai trapelato se i documenti riservati non fossero stati trafugati.

Anche davanti alle richieste dirette del Senato americano, Facebook ha cercato di evitare ogni approfondimento: «Le risposte di Facebook sono state così evasive da sollevare molte ulteriori domande su ciò che stesse nascondendo» ha commentato il senatore Richard Blumenthal.

«Sembra che abbiano preso lezioni dalle grandi aziende del tabacco, prendendo di mira gli adolescenti tramite prodotti pericolosi, nascondendo al pubblico le ricerche scientifiche in merito» ha aggiunto il senatore.

Gli unici tentativi fatti da Facebook per contrastare i fenomeni rilevati stanno in modifiche all'interfaccia di Instagram come l'aggiunta della possibilità di nascondere il conteggio dei like, un numero capace di «generare ansia» negli utenti, ma gli effetti sono stati praticamente assenti.

Così, nonostante le prove circa i possibili danni derivanti dall'uso di Instagram, tutto è continuato sino a ora. Adesso che la rivelazione è stata fatta, però, il Congresso americano per opera di due senatori - tra cui il già citato Richard Blumenthal - ha deciso di avviare un'indagine.

«È evidente che Facebook non è capace di assumersi le proprie responsabilità» hanno dichiarato i senatori. «Il resoconto del Wall Street Journal rivela che i dirigenti di Facebook sono concentrati sulla crescita a tutti i costi, dando maggior valore al profitto piuttosto che alla salute e alle vite di bambini e adolescenti».

In attesa di vedere se ciò porterà a risultati concreti, il suggerimento è quindi: se avete dei figli adolescenti, non lasciateli troppo spesso soli con lo smartphone, specialmente se insistono nel voler usare i social network.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Facebook promuove l'odio per profitto
Facebook, le regole non si applicano ai VIP
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Miniguida per usare Instagram e vivere felici
Garante Privacy apre fascicolo su Facebook (e Instagram)
Dieci anni di Instagram
Smartphone ai bambini, i potenziali effetti sullo sviluppo cerebrale
Instagram, like e follower a pagamento
Instagram promette nuove funzioni anti-bullismo
L'app che spoglia nude le donne in pochi secondi
Sedicenne si uccide dopo sondaggio su Instagram
Instagram, quando bastano un selfie e un numero per finire molestati
I co-fondatori di Instagram lasciano Facebook
Adolescenti, passare troppo tempo con lo smartphone danneggia l'attenzione
Adolescenti: sempre meno Facebook, sempre più Instagram, Snapchat e YouTube
Facebook lancia il Portale degli adolescenti per diffondere l'importanza della privacy in Rete
Instagram diventa più pettegolo e dice agli amici quando l'avete usato
Non togliete lo smartphone ai bambini
L'insonnia digitale dei preadolescenti italiani
Bambino di 10 anni segnala una falla di Instagram
Facebook, il mito vacilla: non piace più agli adolescenti
Da Microsoft un Internet Explorer per bambini
Adolescenti, troppa Internet fa aumentare l'uso di alcool e droghe
Gli adolescenti scoprono il sesso sul web
Teenager, il 14% offrono foto nude in cambio di denaro
Bambini problematici? Colpa della TV
Italia, sette adolescenti su dieci sono su Facebook
Adolescenti, uno su dieci è ''drogato di videogiochi''

Commenti all'articolo (4)

La mia prima reazione, del resto oramai da tempo, sarebbe di chiudere tutti i SN e simili per liberare la societÓ da queste cloache di subcultura e di disagio sociale me poi mi dico che no, Ŕ meglio lasciarle, chissÓ che non contribuiscano ad una decisa ed interessante selezione naturale che porti ad un miglioramento culturale e... Leggi tutto
19-9-2021 19:01

{Fred}
@Maari79"Togliete fessbuk, Istagram, tik tok, ecc..dai vostri device e cervelli. Prima che sia troppo tardi. E mi raccomando non accendete la tv se non dovete guardare un film." A me sembra esagerato il tuo commento. Certamente gli spettacoli televisivi di oggi e la maggior parte dei tg e' diventata un coacervo di... Leggi tutto
18-9-2021 23:22

Togliete fessbuk, Istagram, tik tok, ecc..dai vostri device e cervelli. Prima che sia troppo tardi. E mi raccomando non accendete la tv se non dovete guardare un film.
18-9-2021 00:37

{torpore}
La società anglosassone, specie americana, (con molte altre che seguono da vicino) il distillato della "psicopatologia quotidiana", per citare Freud. Quando si mettono i soldi sopra le persone nella scala dei valori sociali e quindi anche personali, e lo si fa con l'intensità con la quale lo fa questa... Leggi tutto
17-9-2021 18:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come ti colleghi a Internet da casa?
Fibra ottica 300 Mega o superiore
Fibra ottica 100-200 Mega
Fibra ottica 20-50 Mega
Fibra ottica 10 Mega
Adsl 20 Mega o superiore
Adsl fino a 10 Mega
Adsl fino a 5 Mega
Adsl fino a 2 Mega
Smartphone
Chiavetta
Via Satellite
Wi-Max

Mostra i risultati (3263 voti)
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 30 novembre


web metrics