Il portatile modulare di Dell che si smonta completamente in 30 secondi

Non ci sono viti né cavi: Concept Luna è la base per un laptop sostenibile e aggiornabile quasi all'infinito.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-12-2022]

dell concept luna

Si potrebbe dire che un computer sia, per sua natura, modulare: cambiare i vari componenti - scheda madre, processore, RAM, disco, alimentatore e via di seguito - non è poi troppo difficile, almeno se si sta parlando di un desktop; d'altra parte, pure in questo caso generalmente occorrono almeno un cacciavite e un po' di manualità.

Quando poi si parla di portatili la faccenda è ancora più complicata: in generale, tutto si può dire di un laptop, ma anche di un All-In-One, tranne che sia semplice da modificare; spesso si ha infatti a che fare con componenti saldati direttamente sulla scheda madre, e l'accesso agli elementi interni è difficile quando non palesemente scoraggiato dal produttore.

Dell, a quanto pare, ha deciso che è tempo di finirla con i portatili difficili da riparare e ha presentato un'evoluzione di Concept Luna, il computer modulare che aveva svelato già un anno fa.

La versione di quest'anno è un computer portatile che, assemblato, somiglia abbastanza a un Latitude da 13 pollici.

Ciò che ha di particolarmente interessante, però, è che è possibile scomporlo nei suoi componenti in appena una trentina di secondi usando come attrezzo soltanto una leva per staccare la tastiera.

Non ci sono viti, non ci sono cavi: i vari moduli si incastrano direttamente l'uno nell'altro; separarli, eventualmente sostituirli, e poi rimetterli insieme è estremamente semplice.

È Dell stessa a sottolineare i vantaggi di questo approccio, qualora non fossero immediatamente visibili: la manutenzione e l'aggiornamento del computer diventano molto facili, con vantaggi sia dal punto di vista economico (basta sostituire di volta in volta il componente che si intende potenziare, non tutto il PC) e ambientale (ci sono meno rifiuti elettronici).

Il processore adottato nel modello usato come esempio è poco potente, e infatti non abbisogna di una ventola, ma il progetto è stato pensato in maniera tale da consentire l'installazione di un sistema di raffreddamento e, quindi, anche l'installazione di una CPU più avanzata.

L'intento è chiudere con l'era del computer come un prodotto completo in sé stesso e che, pertanto, rientra in una certa fascia come prezzo e come prestazioni: sostituendo qualche modulo un portatile da ufficio può diventare un laptop da gaming.

E, anche quando la maggior parte dei componenti deve essere sostituita, quelli ancora buoni possono essere mantenuti: una tastiera o un touchpad poco usati, magari perché si preferisce usare periferiche esterne, possono continuare a svolgere il proprio mestiere una volta aggiunti al resto del "nuovo" portatile.

«Abbiamo creato qualcosa che ha il potenziale di scatenare un terremoto che cambierà l'industria, lanciando l'economia circolare su larga scale» ha dichiarato Glen Robson, CTO del Client Solutions Group di Dell Technology. «Un singolo dispositivo sostenibile è un conto, ma la vera opportunità si trova nell'impatto potenziale di milioni di dispositivi venduti ogni anno, e nell'ottimizzazione dei materiali in quei dispositivi in vista di un riutilizzo futuro, di una rigenerazione o di un riciclo».

Nonostante l'entusiasmo di Robson, Luna per ora è soltanto un concept; vale a dire che non sappiamo se e quando vedremo mai sul mercato un portatile progettato e realizzato secondo quei principi ma, almeno, sappiamo che uno dei maggiori produttori di PC al mondo ci sta pensando.

Qui sotto, il video di presentazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
ZTE lancia il telefonino modulare
La chiavetta USB modulare
Lo smartphone col rotellone
Il netbook che funziona con le pile stilo

Commenti all'articolo (5)

Vediamo quanto ci vorrà a passare da concept a prodotto sugli scaffali sempre che ci passi veramente... :?
27-12-2022 16:29

La tecnologia per ingegnerizzare modularmente un computer portatile esisteva anche 20 anni fa, solo che non c'era interesse a proporla perché si puntava alla sostituzione di tutto il complesso. Già da alcuni anni si e visto che riciclando alcune componenti si ottiene un risparmio per l'azienda venditrice, ma i fessi del marketing sono lo... Leggi tutto
23-12-2022 15:38

Peccato che il PC abbia solo 2 porte USB.
22-12-2022 22:42

{rotellone}
Il marketing Dell si porta avanti, seguendo l'onda mediatica. Per decenni tutti i costruttori si sono sforzati di rendere difficilmente accessibili i loro devices ai non addetti certificati, e adesso iniziano ad aprire, Apple compresa. Che dire, meglio tardi che mai...
20-12-2022 10:00

{Murdock}
Lodevole, ma limitato ai prodotti Dell e alle configurazioni che loro vorranno offrire. Non e' detto che si possa cambiare un solo componente e magari si sara' costretti a cambiarne diversi a causa delle rispettive dimensioni interne. l'altro problema sara' la durata dei ricambi/upgrade da reperire sul mercato. ... Leggi tutto
19-12-2022 17:22

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (410 voti)
Gennaio 2023
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Disorganizzazione informatica fa desistere i cybercriminali
Windows 7 e Windows 8: Microsoft annuncia la fine del supporto
Telefonia, inizia l'era degli aumenti infiniti
La settimana lavorativa di quattro giorni è un successo
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 gennaio


web metrics