Twitter eliminerà gli account inattivi

A rischio anni di storia di Internet e di ricordi di chi non c'è più.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-05-2023]

twitter purge

Elon Musk ha annunciato pochi giorni fa un nuovo cambiamento di Twitter molto controverso: gli account che non hanno avuto alcuna attività per vari anni verranno eliminati e i loro nomi torneranno a essere disponibili.

La "purga", per citare il termine usato da Musk ("We're purging accounts that have had no activity at all for several years, so you will probably see follower count drop"), è già in corso, e stando ad alcuni tweet di Elon Musk risalenti a dicembre 2022 potrebbe riguardare addirittura un miliardo e mezzo di account che per anni non hanno pubblicato tweet e non hanno fatto login ("Twitter will soon start freeing the name space of 1.5 billion accounts"; "These are obvious account deletions with no tweets & no log in for years").

Ma questa decisione comporta dei problemi tecnici e umani notevoli. Utenti Twitter di spicco, come John Carmack, famosissimo sviluppatore di videogiochi fondamentali come Wolfenstein 3D, Doom e Quake, hanno chiesto a Musk di ripensarci:

I may be reading this incorrectly, but if you are actually deleting inactive accounts and all their historic tweets, I would STRONGLY urge you to reconsider.

Letting people know how many "active" followers they have is good information, but deleting the output of inactive accounts would be terrible. I still see people liking ten year old tweets I made, but the threads are already often fragmented with deleted or unavailable tweets. Don't make it worse!

Some may scoff at any allusion between Twitter and ancient libraries, but while the burning of the library of Alexandria was a tragedy, scrolls and books that were tossed in the trash just because nobody wanted to keep them are kind of worse.

Save it all!

Eliminare gli account che sono inattivi da diversi anni significa infatti cancellare interi pezzi di storia di Internet, rendendo illeggibili tante conversazioni importanti fatte su Twitter negli anni scorsi. Significa anche che gli account Twitter delle persone decedute verranno brutalmente cancellati, privando i familiari del ricordo delle parole scritte e delle immagini pubblicate da chi non c'è più. Rischiano di sparire anche tutti i contenuti pubblicati negli account delle persone famose non più in vita, con milioni di follower (Chadwick Boseman, per esempio).

Il problema è delicato anche per le aziende che non esistono più e per le tante persone famose ancora in vita che hanno smesso di usare Twitter negli anni scorsi e non vi scrivono più nulla: stando a quello che ha dichiarato Elon Musk, i loro account verrebbero eliminati e i loro nomi utente tornerebbero disponibili, con un evidentissimo rischio di furto di identità e di creazione di equivoci e di impostori molto credibili.

Twitter non ha pubblicato dettagli tecnici su come e in quanto tempo verrà effettuata questa eliminazione di massa: se si scrive all'indirizzo di mail riservato alla stampa, ossia press@twitter.com, da marzo scorso si ottiene come unica risposta automatica l'emoji dell'escremento. Cosa di cui Musk sembra andare orgoglioso, visto che ha annunciato l'introduzione di questo comportamento a marzo scorso con un apposito tweet ("press@twitter.com now auto responds with💩").

Tutto quello che si sa, per ora, è che Musk ha dichiarato che "gli account verranno archiviati", ma non si sa come verrà fatta questa archiviazione, se i tweet archiviati saranno consultabili e quali saranno gli effetti sui tweet incorporati o embeddati nelle pagine Web per citarli.á

Musk ha inoltre aggiunto che "è importante liberare i nomi utente abbandonati" (gli handle o username sono i nomi utente, ossia quelli che iniziano con il simbolo della chiocciolina, e non vanno confusi con i display name). Si sa anche che pochi giorni fa sono cambiate in sordina le Norme sugli account inattivi di Twitter: prima dicevano che era necessario fare almeno un login ogni sei mesi, ma adesso dicono che bisogna "effettuare l'accesso almeno ogni 30 giorni".

C'è insomma poca chiarezza, e la questione diventa particolarmente urgente per i tanti casi in cui una persona è deceduta senza lasciare le credenziali di accesso dell'account ai propri eredi, che quindi non possono neanche effettuare un accesso periodico per tenere attivo quell'account in modo fittizio e sottrarlo alla purga. Twitter per ora non ha annunciato nessuna opzione per trasformare un account facendolo diventare commemorativo, come si fa da tempo per esempio su Facebook.

Se volete salvare dall'eliminazione un account Twitter inattivo, conviene che vi muoviate in fretta. Se avete i codici di accesso all'account, potete scaricarne una copia completa seguendo le istruzioni pubblicate sul sito di Twitter. Potete poi caricare questa copia su Archive.org oppure passare da Tweetarchivist.com o Tinysubversions.com per renderla pubblicamente consultabile.

Se invece non avete la password di un account, potete usare dei servizi a pagamento, come Twtdata, per scaricare una copia di tutti i tweet pubblici di un utente, oppure immettere twitter.com/nomeutente nella casella Wayback Machine di Archive.org. Questo vi permetterà di sfogliare le copie archiviate automaticamente dei tweet pubblici di quell'utente. Non è un rimedio perfetto, ma è meglio di niente.

Fonti aggiuntive: Il Post, Ars Technica,

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Elon Musk vuol comprare Twitter per renderlo open source
Twitter, l'influenza di Elon Musk si sente già
Elon Musk compra il 9% di Twitter: che intenzioni avrà?
Twitter, debutta il pulsante “downvote”
Trump bandito da Twitter, ma non è censura
Twitter, 450.000 euro di multa per violazione del Gdpr
Twitter, arrivano gli account a pagamento
Twitter, arrivano i messaggi vocali

Commenti all'articolo (4)

SarÓ che, non avendo mai usato un social ed odiandoli visceralmente, la cosa non mi tocca molto ma, se vedo paragonare da Carmack Twitter con la biblioteca di Alessandria, devo dire che un pochino di ribrezzo mi viene e mi fa anche un pochino inc......
27-5-2023 19:21

{giuse5769}
un tempo usavo molto questo social ma quando ho dubitato di bill gates con la sua allegra compagnia di mattacchioni criminali e del loro finto vaccino covid, mi hanno impedito di proseguire, mi hanno bloccato impedendomi di scrivere però potevo ancora leggere le loro cazzate, così ho smesso di usarlo e se adesso musk mi ... Leggi tutto
22-5-2023 20:07

{mecolet}
I social dovrebbero essere una rete di chat come erano un tempo, che usano uno standard comune, interagendo senza necessità di standardizzarsi sulla loro struttura individuale. Invece sono dei mostri monopolistici che fanno il bello e il cattivo tempo, ricattando addirittura gli Stati, quando possono. Ma non è un caso... Leggi tutto
22-5-2023 15:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa fai se non usi un'applicazione da molto tempo?
La lascio nel dispositivo, potrei averne bisogno un giorno
La eliminano. Quando ne avr˛ bisogno, la scaricher˛ di nuovo

Mostra i risultati (1358 voti)
Settembre 2023
Microsoft, minireattori nucleari per alimentare i datacenter della IA
NFT senza valore, la bolla è scoppiata
X (ex Twitter), tutti gli utenti dovranno pagare
iPhone 15, il connettore USB-C è zoppo
Il bug di Windows che rende velocissimo Esplora File
Lidl, merendine ritirate: invitavano a visitare sito porno
Meta pensa a Instagram e Facebook a pagamento nella UE
Agosto 2023
Chrome, nuova interfaccia: ecco come abilitarla
L'Internet delle brutte Cose
LibreOffice balza dalla versione 7.6 alla 24.2
La scorciatoia che “congela” Gestione Attività
Ford agli utenti: spegnete il Wi-Fi dell'auto
Sony e Universal contro i 78 giri dell'Internet Archive
Meloni decide la nazionalizzazione di TIM
Da Z-Library un'estensione per aggirare i blocchi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 2 ottobre


web metrics