Facebook lancia gli album condivisi

Fino a 50 persone potranno partecipare alla stessa galleria fotografica, inviando gli scatti dei momenti passati insieme.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-08-2013]

facebook album condivisi

Viene quasi da chiedersi come mai non ci abbiano pensato prima, visto che per Facebook la parola d'ordine è "condividere", ma il social network in blu ha lanciato una nuova caratteristica: gli album condivisi.

Fino a oggi, infatti, ognuno era padrone del proprio album fotografico: nessun altro poteva contribuire inviando le proprie immagini.

Grazie agli shared album, invece, 50 utenti possono aggiungere sino a 200 foto a testa, per un totale di 10.000 immagini al massimo.

Chi ha creato l'album mantiene ovviamente il controllo sulla sua visibilità, impostando uno dei tre livelli di privacy: la galleria potrà essere visibile ai soli collaboratori, visibile anche ai loro amici o completamente pubblica.

Il creatore dell'album potrà inoltre cancellare o modificare le immagini, mentre i collaboratori avranno potere soltanto su quelle da loro stessi caricate.

Sondaggio
Preferisci utilizzare Facebook, Twitter o Google+?
Prevalentemente Facebook
Prevalentemente Twitter
Prevalentemente Google+
Facebook e Twitter
Twitter e Google+
Google+ e Facebook
Tutti e tre
Nessuno dei tre

Mostra i risultati (2717 voti)
Leggi i commenti (19)

L'idea è di fornire uno strumento utile e apprezzabile in caso di eventi cui partecipano più persone, come feste o vacanze ma, come spiega Bob Baldwin (sviluppatore di Facebook), gli utenti potrebbero trovare nuovi modi di adoperare questa caratteristica: «Siamo entusiasti per il lancio» - ha dichiarato - «perché crediamo che le persone useranno gli album condivisi in modi cui non abbiamo nemmeno pensato».

Gli shared album hanno iniziato a essere disponibili a partire da ieri per alcuni utenti nelle nazioni che parlano inglese; in seguito, come al solito, questa funzionalità verrà estesa a tutti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Bug di Facebook, foto private accessibili con un trucco
Facebook diventa un album dei ricordi
La webcam che posta foto-spazzatura su Facebook
La foto più taggata al mondo
Facebook e le foto del morto
Grosseto, fumano in rianimazione e mettono le foto su Facebook
Rubava foto di nudo violando gli account Facebook
Teenager, il 14% offrono foto nude in cambio di denaro
Facebook, più spazio alle foto e alle biografie
Facebook apre alle foto in alta risoluzione

Commenti all'articolo (1)


{giacomo}
mbare su google+ questa cosa c'era da quando è nato...
27-8-2013 20:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1794 voti)
Settembre 2022
Da Amazon un Kindle su cui si può anche scrivere
La “tanica di benzina” per le auto elettriche
La strana storia dell'utente HME2 di Arpanet
LibreOffice diventa a pagamento
2022, fuga dall'open source
Dati a spasso nel cloud
Di chi sono i tuoi dati quando muori?
Smartphone, l'UE vuole pezzi di ricambio disponibili per almeno 5 anni
Ex designer di Microsoft demolisce il menu Start di Windows 11
Auto Hyundai “hackerata”
Agosto 2022
Genitori indagati dopo aver mandato foto dei figli ai medici
DuckDuckGo, la protezione delle email è per tutti
Il computer portatile economico che fa a meno del monitor
Microsoft avvisa: attenzione all'aggiornamento KB501270
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 1 ottobre


web metrics