Facebook lancia gli album condivisi

Fino a 50 persone potranno partecipare alla stessa galleria fotografica, inviando gli scatti dei momenti passati insieme.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 27-08-2013]

facebook album condivisi

Viene quasi da chiedersi come mai non ci abbiano pensato prima, visto che per Facebook la parola d'ordine è "condividere", ma il social network in blu ha lanciato una nuova caratteristica: gli album condivisi.

Fino a oggi, infatti, ognuno era padrone del proprio album fotografico: nessun altro poteva contribuire inviando le proprie immagini.

Grazie agli shared album, invece, 50 utenti possono aggiungere sino a 200 foto a testa, per un totale di 10.000 immagini al massimo.

Chi ha creato l'album mantiene ovviamente il controllo sulla sua visibilità, impostando uno dei tre livelli di privacy: la galleria potrà essere visibile ai soli collaboratori, visibile anche ai loro amici o completamente pubblica.

Il creatore dell'album potrà inoltre cancellare o modificare le immagini, mentre i collaboratori avranno potere soltanto su quelle da loro stessi caricate.

Sondaggio
Preferisci utilizzare Facebook, Twitter o Google+?
Prevalentemente Facebook
Prevalentemente Twitter
Prevalentemente Google+
Facebook e Twitter
Twitter e Google+
Google+ e Facebook
Tutti e tre
Nessuno dei tre

Mostra i risultati (2613 voti)
Leggi i commenti (8)

L'idea è di fornire uno strumento utile e apprezzabile in caso di eventi cui partecipano più persone, come feste o vacanze ma, come spiega Bob Baldwin (sviluppatore di Facebook), gli utenti potrebbero trovare nuovi modi di adoperare questa caratteristica: «Siamo entusiasti per il lancio» - ha dichiarato - «perché crediamo che le persone useranno gli album condivisi in modi cui non abbiamo nemmeno pensato».

Gli shared album hanno iniziato a essere disponibili a partire da ieri per alcuni utenti nelle nazioni che parlano inglese; in seguito, come al solito, questa funzionalità verrà estesa a tutti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Zuckerberg: connessione per tutti in cambio di pubblicità
Italiani, popolo di fotografi e condivisori
Facebook, foto sfuocate per i non-amici
Come evitare il riconoscimento facciale quando fotografati
Succhia benzina da auto polizia e posta foto su Facebook
Ruba targhetta dall'ufficio del giudice e posta foto su Facebook
Facebook, la Timeline arriva anche sulle pagine aziendali
Il profilo di Facebook diventa un film
Bug di Facebook, foto private accessibili con un trucco
Facebook diventa un album dei ricordi
La webcam che posta foto-spazzatura su Facebook
La foto più taggata al mondo
Facebook e le foto del morto
Grosseto, fumano in rianimazione e mettono le foto su Facebook
Rubava foto di nudo violando gli account Facebook
Teenager, il 14% offrono foto nude in cambio di denaro
Facebook, più spazio alle foto e alle biografie
Facebook apre alle foto in alta risoluzione

Commenti all'articolo (1)


{giacomo}
mbare su google+ questa cosa c'era da quando è nato...
27-8-2013 20:09

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Una ricerca dell'UniversitÓ di Lund (Svezia) mostra che avere un bambino costa al Pianeta l'emissione di 58,6 tonnellate di CO2 l'anno. In proporzione, si tenga conto che non avere l'auto fa risparmiare 2,4 tonnellate di CO2, l'essere vegani 0,8 tonnellate ed evitare un viaggio aereo 1,6 tonnellate. Lo studio conclude che una famiglia che sceglie di avere un bambino in meno contribuisce alla riduzione di emissioni di CO2 quanto 684 teenager che decidono di adottare un comportamento ecologista per il resto della vita. Cosa ne pensi?
╚ corretto. Far˛ meno figli.
Sono pazzi questi svedesi.

Mostra i risultati (1272 voti)
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Il disastro tragicomico di Parler
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100 per cento e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Tutti gli Arretrati


web metrics