Disabilitare il log dei dati in Windows 10

Windows 10 raccoglie moltissime informazioni personali. Per fortuna offre anche gli strumenti per porre fine a questo comportamento.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-12-2015]

windows 10 spy

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
100 Trucchi per Windows 10, Windows 8 e Windows 7

38. Disabilitare il log dei dati

Ha impiegato davvero poco Windows 10 a venir considerato un sistema operativo buono ma un po' troppo "spione": Microsoft è stata rapidamente accusata di tracciare le informazioni degli utenti e di conservarle per i proprio loschi scopi. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Cosa pensi dei siti che conoscono la tua ubicazione e che ti mostrano annunci pubblicitari in base ai siti Internet che visiti o alla cronologia delle tue ricerche?
Mi piace! È molto comodo
Non mi piace molto questo meccanismo ma Internet funziona così
Utilizzo opzioni specifiche del browser per salvaguardare la mia privacy e per evitare che i miei movimenti vengano controllati
Ho installato una speciale applicazione o un plug-in per evitare che i siti Internet ottengano la mia cronologia di navigazione e le mie ricerche
È una questione che non mi ha mai interessato

Mostra i risultati (1912 voti)
Leggi i commenti (6)
La realtà è che molti servizi offerti dal sistema, a partire da Cortana passando per il Windows Store, non funzionano correttamente o non funzionano del tutto se l'utente impedisce l'accesso ai dati che ne raccontano l'attività. Tuttavia, Windows 10 stesso offre alcune opzioni per disattivare la registrazione di queste informazioni.

Innanzitutto è possibile limitare la curiosità di Windows 10 già in fase di installazione: se anziché scegliere le Impostazioni Rapide si sceglie di Personalizzare l'installazione, ecco che viene offerta la possibilità di disattivare l'invio di informazioni a Microsoft, scegliendo per ogni categoria singolarmente.

Inoltre, se anziché usare un Account Microsoft si opta per l'accesso con un Account locale si riduce ulteriormente il quantitativo di informazioni che vengono passate al colosso di Redmond. Il lato negativo è che per scaricare e installare app dal Windows Store è necessario possedere un account Microsoft.

windows 10 privacy 00

Se l'installazione di Windows 10 è già stata portata a termine, per evitare l'invio di informazioni a Microsoft bisogna agire sulle Impostazioni del sistema.

Dal menu Start occorre scegliere la voce Impostazioni e, quindi, Privacy. Da qui nella sezione Generale è possibile disattivare tutte le varie opzioni che inviano dati a Microsoft, e naturalmente anche mantenere attivo tutto ciò che non si considera pericoloso o compromettente.

windows 10 privacy 01

Più in basso, nella sezione Feedback e diagnostica ci sono altre impostazioni cui sarà bene dare un'occhiata: è possibile infatti indicare la frequenza con cui Windows chiede il feedback all'utente (è anche possibile indicare Mai) e l'invio a Microsoft di dati sul dispositivo.

Un altro elemento importante per chi vuole proteggere la propria riservatezza è l'assistente virtuale Cortana: per fare il proprio lavoro, Cortana raccoglie infatti tutta una serie di informazioni sulle abitudini, sui movimenti e sulle azioni dell'utente. Per fortuna è possibile disattivare tutto ciò.

windows 10 privacy 02

Le opzioni relative si trovano nella scheda Riconoscimento vocale, input penna e digitazione, sempre nella sezione Privacy delle Impostazioni. Il ben visibile pulsante Interrompi info su di me impedisce che Cortana continui nella propria attività di stalking autorizzato.

Se si vuole disattivare completamente Cortana occorre allora aprire il menu (cliccando sull'icona ocn le tre righe orizzontali, posta in alto a sinistra, e familiarmente nota come hamburger menu) e selezionare Appunti, quindi Impostazioni. Un cursore a scorrimento permetterà di disattivare l'assistente.

windows 10 privacy 03

Dato che però è possibile che alcune delle informazioni raccolte da Cortana fino alla disattivazione siano già presenti sui server di Microsoft, conviene anche selezionare Gestisci tutto quello che Cortana sa di me nel cloud: da qui è possibile eliminare i dati raccolti.

Nessuna "pulizia" sarebbe però completa senza qualche intervento sul browser, che in questo caso è Microsoft Edge. Dopo aver aperto il menu indicato con i tre puntini, bisognerà scegliere Impostazioni, scendere un po' e selezionare Mostra Impostazioni Avanzate. Nella schermata successiva, sotto la voce Privacy e servizi, ci saranno le opzioni che permetteranno di disattivare i suggerimenti durante la digitazione, il precaricamento delle pagine e la funzionalità SmartScreen.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Spostare le finestre tra i desktop virtuali

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10 bandito dai tracker BitTorrent

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 116)

Brava Maary, è proprio questo il punto! M$ "fa funzionare l'utility come un virus", ed è questa la parte meno limpida di tutta la questione... :umpf:
7-6-2016 19:20

Questo lo fai tu, io, altri utenti avanzati o comunque curiosi, ma la maggior parte degli utenti ha bisogno di questi automatismi, ed è una vergogna che la stessa MS non metta a disposizione una scelta per l'utente, invece fa funzionare l'utility come un virus...premi la X, e parte l'installazione... :shock: Leggi tutto
7-6-2016 12:50

Più M$ insiste a forzare l'update a W10 e più la cosa mi insospettisce e mi frena dal farlo, quest'ultimo tentativo è a dir poco una vera propria t r u f f a...
5-6-2016 19:05

Saranno buoni tutti i metodi, io ne ho adottato uno minimale anche se un po' noioso. Cioè ad ogni proposta di upgrade, vedo a cercarmi il KB3035583, e se c'è tolgo la spunta e lo nascondo. Dopo di che ricomincio a giocare a rimpiattino con Mamma M$ :roll:
5-6-2016 07:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino è generalmente personale, spesso il tablet è condiviso in casa. E' così?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1786 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics