Disabilitare il riavvio automatico

100 trucchi per Windows 7 e Windows 8



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-03-2015]

windows trucchi 4

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
100 Trucchi per Windows 10, Windows 8 e Windows 7

Proseguiamo la serie di articoli che svela i migliori trucchi per ottenere il massimo da Windows 7 e Windows 8.

In ogni articolo presentiamo un trucco, coprendo argomenti che vanno dalle modifiche, all'aspetto, ai segreti per rendere più veloce il sistema operativo.

5. Disabilitare il riavvio dopo l'installazione degli aggiornamenti

Windows sa essere estremamente petulante. Per esempio, quando si installano aggiornamenti importanti che richiedono il riavvio per essere efficaci, il sistema fa apparire una finestrella che chiede il riavvio immediato oppure consente di posporre la richiesta per un certo periodo di tempo.

Non sono pochi gli utenti che, impossibilitati a riavviare e seccati dall'ennesima richiesta, per errore cliccano Riavvia Adesso, spesso dicendo addio all'importantissimo lavoro in corso.

gpedit01

Per far sparire per sempre la fastidiosa finestrella e dimenticare ai riavii accidentali ci sono due sistemi. Il primo prevede di agire sui Criteri di Gruppo; il secondo chiama invece in causa il Registro di Sistema.

Se si segue il primo sistema, bisogna innanzitutto aprire l'Editor dei Criteri di Gruppo: dalla barra di ricerca del menu Start (in Windows 7) o dopo aver premuto Win + R (in Windows 8), occorre digitare gpedit.msc e premere Invio.

gpedit02

Nella finestra che si aprirà occorre selezionare, dal pannello di sinistra, il percorso Configurazione Computer -> Modelli amministrativi -> Componenti di Windows -> Windows Update.

gpedit03

A questo punto, dal pannello di destra bisognerà scegliere la voce Escludi riavvio automatico per installazioni pianificate di Aggiornamenti automatici con gli utenti non connessi e cliccarvi sopra due volte; si aprirà una nuova finestra dalla quale attivare l'opzione per disabilitare il riavvio.

Il secondo metodo, come dicevamo, coinvolge il Registro. È importante ricordare che quando si agisce sul Registro è bene seguire attentamente le istruzioni e non toccare ciò che non si conosce, pena il malfunzionamento del sistema.

Per avviare l'editore del Registro occorre scrivere regedit nella barra di ricerca del menu Start e quindi premere Ok.

key02

Dal pannello di sinistra dell'editor occorre aprile tutte le sottocartelle fino a raggiungere la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies \Microsoft\Windows\WindowsUpdate\AU. Qualora detta chiave non esistesse, occorre crearla facendo clic con il tasto destro mentre il cursore si trova nel pannello di sinistra e selezionando Nuovo -> Chiave.

A questo punto si passa nel pannello di destra, dove, facendo click con il destro e selezionando Nuovo -> Valore DWORD (32 bit) potremo aggiungere un nuovo valore.

key03

Il valore che andremo a creare, com'è intuibile, sarà di tipo DWORD a 32 bit e, all'atto della creazione, varrà 0; avrà nome NoAutoRebootWithLoggedOnUsers. Dopo averlo creato, faremo doppio clic sul nome e si aprirà una finestra di dialogo, tramite la quale potremo cambiare il valore da 0 a 1.

In questo modo disattiveremo il riavvio automatico; per ripristinare il comportamento iniziale sarà sufficiente cambiare l'1 in uno 0.

Continua la prossima settimana.
Per non perdere neanche un trucco, iscriviti alla newsletter!

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Modificare la schermata di login

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 116)

Brava Maary, è proprio questo il punto! M$ "fa funzionare l'utility come un virus", ed è questa la parte meno limpida di tutta la questione... :umpf:
7-6-2016 19:20

Questo lo fai tu, io, altri utenti avanzati o comunque curiosi, ma la maggior parte degli utenti ha bisogno di questi automatismi, ed è una vergogna che la stessa MS non metta a disposizione una scelta per l'utente, invece fa funzionare l'utility come un virus...premi la X, e parte l'installazione... :shock: Leggi tutto
7-6-2016 12:50

Più M$ insiste a forzare l'update a W10 e più la cosa mi insospettisce e mi frena dal farlo, quest'ultimo tentativo è a dir poco una vera propria t r u f f a...
5-6-2016 19:05

Saranno buoni tutti i metodi, io ne ho adottato uno minimale anche se un po' noioso. Cioè ad ogni proposta di upgrade, vedo a cercarmi il KB3035583, e se c'è tolgo la spunta e lo nascondo. Dopo di che ricomincio a giocare a rimpiattino con Mamma M$ :roll:
5-6-2016 07:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per via delle leggi sulla condivisione di file e delle nuove forme di protezione anti-copia introdotte sui suporti digitali, i consumatori si trovano sempre più in difficoltà nella fruizione del materiale a cui sono interessati. Come andrà a finire?
I consumatori si rassegneranno a rispettare le leggi, per quanto assurde siano.
Le leggi diventeranno più tolleranti e le case saranno più rispettose dei diritti dei consumatori.
Assisteremo a uno scontro con arresti, processi penali e sfide all'ultimo crack tra chi applica il DRM e gli hacker.
Niente di tutto questo, le leggi rimarranno ma non verranno applicate.

Mostra i risultati (3552 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 13 agosto


web metrics