Come cambiare il browser di default

Dopo l'aggiornamento a Windows 10, Edge viene impostato come browser predefinito. Tornare indietro non è semplice.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-08-2015]

Edge Firefox

Questo è un articolo su più pagine: ti invitiamo a leggere la pagina iniziale
100 Trucchi per Windows 10, Windows 8 e Windows 7

30. Come cambiare il browser di default in Windows 10

Mentre gli utenti scaricano Windows 10 e Microsoft festeggia i buoni risultati, qualcuno non è affatto contento: si tratta di Mozilla, che trova terribilmente invasivo il nuovo browser dell'azienda di Redmond, Edge.

Dopo aver effettuato l'aggiornamento da una versione precedente di Windows, infatti, Edge viene impostato come browser di default, anche se prima ne era stato scelto un altro (Firefox, per l'appunto, o Chrome, o qualsiasi altra alternativa). Questo comportamento ha irritato Mozilla, che ha deciso così di rendere pubblica la propria insoddisfazione.

In una lettera aperta Chris Beard, CEO di Mozilla, espone a Satya Nadella, CEO di Microsoft, tutte le proprie preoccupazioni, a partire dal fatto che Edge si impone come browser di default, rendendo difficile per l'utente modificare questa impostazione.

In effetti, la procedura è abbastanza macchinosa o, quantomeno, poco intuitiva. Si potrebbe pensare che basti avviare Firefox e rispondere quando il browser chiederà se lo si vuole impostare come programma di default, ma non è così semplice.

Avviando Firefox apparirà infatti la familiare richiesta di scegliere il browser di Mozilla come default, ma cliccare su Usa Firefox come browser predefinito non raggiungerà immediatamente l'effetto desiderato.

Dopo aver fatto clic, infatti, si aprirà la finestra delle impostazioni di Windows. Lì bisognerà scorrere in basso fino alla dicitura Browser Web, al di sotto della quale ci sarà scritto Microsoft Edge oppure Scegli il browser predefinito.

Sondaggio
Quale metodo utilizzi nell'apprendere un linguaggio di programmazione?
Corsi tradizionali in aula.
Internet e corsi online.
Libri e manuali.
Altro.
Non programmo.

Mostra i risultati (2756 voti)
Leggi i commenti (15)

Qualunque sia la scritta, bisognerà cliccarvi sopra. Ciò significa che per impostare Firefox come browser predefinito bisognerà cliccare su Microsoft Edge: difficile dare torto a Mozilla quando parla di istruzioni poco intuitive.

Ad ogni modo, dopo aver fatto clic si aprirà un'ulteriore finestra con l'elenco dei browser installati sul Pc. Questo è l'ultimo passo: cliccando sul proprio browser preferito esso verrà impostato come default.

«Adesso servono oltre due volte i click prima necessari, e bisogna far scorrere del contenuto e affrontare dei dettagli tecnici» per poter cambiare le impostazioni predefinite, scrive Beard.

«Questi cambiamenti non sono preoccupanti perché siamo l'azienda che produce Firefox. Sono preoccupanti perché ci sono milioni di utenti che amano Windows e che vedono che le loro scelte vengono ignorate» scrive ancora Beard.

In pratica, con Windows 10 Microsoft mostrerebbe di essere ancora vittima di un vizio che sembrava superato: togliere all'utente la libertà di scelta, imponendo la propria visione. Siamo tornati ai vecchi tempi delle accuse di concorrenza sleale?

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Stampare in PDF e scroll intelligente con Windows 10

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 116)

Brava Maary, è proprio questo il punto! M$ "fa funzionare l'utility come un virus", ed è questa la parte meno limpida di tutta la questione... :umpf:
7-6-2016 19:20

Questo lo fai tu, io, altri utenti avanzati o comunque curiosi, ma la maggior parte degli utenti ha bisogno di questi automatismi, ed è una vergogna che la stessa MS non metta a disposizione una scelta per l'utente, invece fa funzionare l'utility come un virus...premi la X, e parte l'installazione... :shock: Leggi tutto
7-6-2016 12:50

Più M$ insiste a forzare l'update a W10 e più la cosa mi insospettisce e mi frena dal farlo, quest'ultimo tentativo è a dir poco una vera propria t r u f f a...
5-6-2016 19:05

Saranno buoni tutti i metodi, io ne ho adottato uno minimale anche se un po' noioso. Cioè ad ogni proposta di upgrade, vedo a cercarmi il KB3035583, e se c'è tolgo la spunta e lo nascondo. Dopo di che ricomincio a giocare a rimpiattino con Mamma M$ :roll:
5-6-2016 07:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (732 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics