SIAE, una picconata al monopolio

La Società Italiana degli Autori ed Editori non è più l'unica a poter raccogliere le royalty in Italia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-10-2014]

SIAE monopolio soundreef

Quante volte abbiamo sentito lamentele nei confronti del monopolio esercitato dalla SIAE, la società che gestisce il diritto d'autore in Italia?

La SIAE fonda detto monopolio sulla normativa italiana sul copyright, risalente al 1941, e in particolare sull'articolo 180, che le dà mandato esclusivo di concedere le licenze per l'utilizzo delle opere e raccogliere i proventi.

Il fatto che sulla spartizione di questi proventi persino i cantanti stessi abbiano qualcosa da ridire pare non abbia mai turbato i sonni della Società, che ha potuto procedere indisturbata sinché sulla propria strada non ha incontrato Soundreef.

Si tratta di una piccola startup fondata da italiani ma con sede a Londra; la sua specialità è la gestione dei diritti per i brani adoperati come musica di sottofondo all'interno di esercizi pubblici come i centri commerciali.

Sono già più di 30.000 i cantanti indipendenti che hanno scelto Soundreef per farsi rappresentare nei 15 Paesi in cui Soundreef è operativa a tre anni dalla fondazione. Il motivo di questa scelta è in buona parte da ricercare nel sistema trasparente che sta alla base della ripartizione dei proventi, assegnati in base agli effettivi passaggi di ogni brano e non a oscuri meccanismi, come accade presso la SIAE.

All'inizio di quest'anno, Soundreef è stata trascinata in tribunale non dalla SIAE, ma dalla radio Ros & Ros, il cui lavoro consiste nel preparare playlist per i centri commerciali, e da una cantautrice: facendo riferimento alla legge del 1941 hanno cercato di bloccare l'operato di Soundreef in Italia, reclamando che la norma non consente ad altri soggetti di agire in questo settore nel nostro Paese.

Sondaggio
Quale di queste tecnologie obsolete utilizzi di più?
Autoradio con mangianastri
Carta carbone
Ciclostile
Fax
Floppy disk
Lavagna luminosa a lucidi
Lettore di compact disc
Macchina fotografica a pellicola
Macchina per scrivere
Proiettore di diapositive
Registratore a cassette
Segreteria telefonica a nastro
Stampante ad aghi
Telefono a rotella
Videoregistratore VHS
Videotel
Walkie talkie
Walkman

Mostra i risultati (3886 voti)
Leggi i commenti (22)

Ora la vicenda è giunta alla conclusione e si traduce in una sconfitta per la SIAE: il Tribunale di Milano ha infatti stabilito che «non vi sono allo stato attuale sufficienti elementi per ritenere che la diffusione di musica da parte di Soundreef nel territorio italiano sia illecita in forza della riserva concessa alla SIAE dall'art.180 L. aut. né sembra infatti potersi affermare che la musica [...] gestita da Soundreef e da questa diffusa in Italia in centri commerciali GDO e simili debba obbligatoriamente essere affidata all'intermediazione di SIAE».

La parte più interessante è però il motivo che sta alla base di questa decisione: «Una simile pretesa» (che la SIAE abbia il monopolio, NdR) «entrerebbe in conflitto con i principi del libero mercato in ambito comunitario e con i fondamentali principi della libera concorrenza» scrive il Tribunale nella sentenza.

Insomma, Soundreef può fare concorrenza alla SIAE perché si trova a Londra, e quindi il tribunale può applicare il diritto comunitario; se la sua sede fosse stata in Italia, avrebbe prevalso la legge italiana.

Per Soundreef si tratta di una vittoria importante, che le permette di continuare ad ampliare il proprio giro d'affari; per la SIAE si tratta di una prima scalfittura al proprio monopolio, eppure è difficile riuscire a sperare che il colosso cambierà modo di agire soltanto per questo "inconveniente".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
SIAE, l'equo compenso aumenta del 500%
Niente Siae per i giovani musicisti
La fine del monopolio SIAE, forse
SIAE, stipendi d'oro e indennità di penna
Bambini cantano canzone per festa della mamma. Multa!
I criteri di ripartizione degli utili adottati dalla SIAE
L'equo compenso? Lo devono pagare tutti
Abolire la SIAE, fioccano le proposte per Monti
Pubblichi un trailer? Devi pagare la SIAE
Dieci domande alla Siae
La Siae rinuncia a tassare Fratelli d'Italia
Battiato, Celentano e Ligabue contro la Siae
Focus: Abolire la Siae
Abolire la Siae, ente inutile
L'Europa porta a 70 anni il copyright sulle canzoni
La SIAE insiste: "Il bollino ci vuole", ma è una farsa
Fuorilegge i bollini SIAE
Filozero: scacco alla SIAE
La Siae rimborsa solo alcuni autori
Il Patto di Sanremo è solo fumo
In vigore il decreto Urbani, che fare?
Rimborso SIAE, ma solo per le imprese
Tassa SIAE, non è una bufala
SIAE: il diritto d'autore si paga anche sulle fotocopie
Dibattito sul bollino SIAE
Lettera aperta alla Siae

Commenti all'articolo (5)

Il mio solo pensiero è che una picconata non è niente. Con certa gente ci vuole la ghigliottina. :evil:
21-10-2014 21:16

Chissà perché ho avuto anch'io lo stesso pensiero... Leggi tutto
18-10-2014 15:24

Non se essere contento per la "fine" del monopolio o preoccupato dal precedente che ha creato questa vicenda facendo venire voglia ad altre aziende di aprire all'estero (o gia' in attivita') per venire a "succhiare" altri soldi in Italia
16-10-2014 22:53

{GinoTullio}
Era ora, la SIAE fà schifo, il sistema è da "medioevo" e dovrebbe nascere un'alternativa per tutta la gestione dei diritti d'autore e le ripartizioni agli artisti (che ora come ora è una frode legalizzata) SIAE ti auguro di soccombere, vecchia ladrona...e la tassa annuale sappi che non te la pago... Leggi tutto
16-10-2014 15:55

{franco 77}
Lo Stato italiano dovrebbe regolarizzare la diffusione della musica nei negozi, centri comm. alberghi ecc, vi e' una legislazione "obsoleta" che ha dato adito ad innumerevoli controversie con la SIAE SCF FISCO e chi piu' ne ha ne metta..una vera vergogna perche' gia' la corte europea e' intervenuta... Leggi tutto
16-10-2014 15:28

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che lavoro fai?
Agente di commercio
Operaio
Personale medico
Dirigente - Funzionario
Libero professionista
Forze Armate / Guardia / Vigile
Insegnante
Pensionato
Studente
In cerca di occupazione
Casalinga
Commerciante
Imprenditore
Artigiano
Ecclesiastico
Impiegato

Mostra i risultati (4265 voti)
Dicembre 2019
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Tutti gli Arretrati


web metrics